17 giugno. Quello scudetto conquistato da Franco Sensi

Franco e Rossella Sensi

Grazie a Rossella Sensi per averci ricordato quello scudetto. E suo padre, Franco, indimenticabile presidente della Roma. Un signore. Una persona per bene. Come lo è stata tutta la sua famiglia, a partire dalla scomparsa signora Maria.

La bellezza del post di Rossella commuove, perché ci riporta con emozione al quel 17 giugno di tanti anni. Era il 2001, ero presidente della regione e quella gioia resta indimenticabile. Lo scudetto lo costruì proprio lui, Franco Sensi, con un altro straordinario uomo come Fabio Capello, allenatore della squadra.

Quella stagione gloriosa a firma Sensi

Ci inebriammo per quella stagione gloriosa e non vediamo l’ora che torni il tempo di una formazione giallorossa che possa tornare a competere per il primato. In Italia come in Europa.

Il ricordo di Rossella

”Domani 17 giugno alle 17 circa mio padre Franco Sensi aveva raggiunto quell’obiettivo e sogno che tutti noi tifosi aspettavamo. Lo voglio ricordare perché ha sempre amato la sua Roma e i suoi tifosi e perché non dovrà mai essere dimenticato!”: queste parole di Rossella Sensi meritano di essere scolpite anche sulla rete soprattutto perché sono vere. Franco Sensi ha davvero amato la Roma e i suoi tifosi e lo considerammo un padre. La figlia oggi ce lo ha riportato davanti agli occhi ed è stato molto bello, perché ritroviamo la gioia degli anni belli.

Magari da lassù Franco si arrabbia per come vanno le cose. Ma anche lui ha insegnato a tutti che con la pazienza e la tenacia nel lavoro i risultati arrivano. Ne è stata testimonianza anche la sua operosità ovunque si sia cimentato e per questo lo serbiamo anche nel cuore.

E chissà che in un prossimo futuro anche la Roma riesca a tornare degna di quel grande Presidente. Perché è la vera, grande squadra della Capitale d’Italia.

Grazie ancora, presidente Sensi. Ricambiamo oggi il grande amore che Rossella ha rammentato a tutti noi.

Per approfondire