Accoltellatore somalo di Rimini: “Repubblica” sbaglia il titolo e scatena i commenti Social

Repubblica somalo

Repubblica toppa il titolo sull’assalitore somalo di Rimini e l’effetto è quello di Lercio, noto sito satirico di notizie inventate, con titoli surreali. 

«Scusate, “Repubblica“, davvero è stato il bambino a dire questa cosa? I vostri abbonati paganti sono contenti di titoli scritti in questo modo?». Così il giornalista svizzero Paolo Attivissimo, su Twitter, ha preso in giro i colleghi italiani del quotidiano diretto da Maurizio Molinari.

Il titolo incriminato riguarda il caso del richiedente asilo somalo, che ha accoltellato 5 persone, incluso un bambino di 6 anni, la notte dell’11 settembre a Rimini. Che cosa ha titolato Repubblica? Eccolo, riportato esattamente come è scritto nell’edizione digitale e che abbiamo nella foto di copertina del nostro articolo. 

Rimini, risponde ai genitori il bambino di 6 anni accoltellato da un 26enne somalo: “Avevo preso cocaina”. 

Un titolo che sembra preso da Lercio anziché dal quotidiano fondato da Eugenio Scalfari. Da qui alcune delle memorabili risposte che i follower di Paolo Attivissimo, zelante giornalista svizzero abituato a fare le bucce ai colleghi italiani. Eccone alcune.

Repubblica che confonde il somalo con la vittima scatena quindi commenti esilaranti.

I commenti su Repubblica e il titolo sull’aggressore somalo

«Credo che l’unico sotto sostanze stupefacenti sia il giornalista».

«Mai dare della cocaina ad un bambino di 6 anni, ché poi si getta sul primo coltello che trova». 

«Ti danno anche il piacere di interpretare, fantasticando su scenari improbabili, è un plus per gli abbonati». 

«Piuttosto che a Repubblica o al Corriere preferirei abbonarmi a Cronaca Vera».

Successivamente, dopo i vari commenti icastici sui Social, Repubblica ha corretto il titolo.

strafalcione Repubblica somalo 

 

 

Per approfondire