All’alba trovato il corpo di una bambina sulla spiaggia di Cutro: è la 71ma vittima

Cutro, naufragio

E’ stato trovato pochi istanti fa il corpo di una bambina, vittima del naufragio del 26 febbraio. Il corpicino è stato rinvenuto dai soccorritori nel mare di Steccato di Cutro, a poche distanza dal luogo dello schianto del caicco sulla secca. Ne dà notizia l’Adnkronos. Salgono così a 71 le vittime del naufragio. Il cadavere della bimba, dell’età apparente di 3 anni, è stato avvistato da due civili che hanno fatto la segnalazione alle autorità ed è stato recuperato dai sommozzatori della Guardia Costiera. Sul posto e’ atteso il medico legale.

Quattro salme lasceranno nelle prossime ore il Palamilone di Crotone, dove è stata allestita la camera ardente per le vittime del naufragio del 26 febbraio. Raggiungeranno l’aeroporto di Roma Fiumicino, da dove poi saranno trasferiti in aereo verso il Pakistan. Tra loro c’è anche la salma di Shahida Raza, la giocatrice di hockey femminile pakistana di 27 anni, morta nel naufragio del 26 febbraio.

Salvini sulla strage di Cutro: “La Guardia costiera è stata avvisata tardi”

“La Guardia costiera conta 10.200 uomini in mare per salvare vite. La tragedia vissuta ha come colpevoli scafisti e trafficanti, la Guardia costiera è stata avvisata a tragedia avvenuta”. Lo dice Matteo Salvini, ministro delle Infrastrutture e Trasporti, ospite di RTL 102.5. “Si deve finalmente coinvolgere l’Unione europea – ha aggiunto Salvini – nell’accoglienza di chi ha diritto di essere accolto, possibilmente allestendo dei punti di ascolto e di raccolta delle domande al di la’ del Mediterraneo per togliere il terreno sotto i piedi agli scafisti”. Le vittime della tragedia di Cutro, ha aggiunto il vice premier e ministro delle Infrastrutture, “hanno pagato per il loro viaggio dai 7 agli 9 mila dollari. Sono traffici organizzati dalle mafie”. Si deve poi garantire “il flusso di immigrati regolari che possono servire in agricoltura, nei servisi o per comprire alcune professioni”. La cosa importante, ha concluso, e’ “contrastare i trafficanti e garantire accoglienza a chi ne ha diritto”.

Anticipata a oggi l’informativa di Piantedosi in Senato

Si svolge oggi, martedì 7 marzo, alle 16, l’informativa del Ministro dell’interno Piantedosi sul naufragio di una imbarcazione di migranti al largo delle coste di Steccato di Cutro. E’ quanto si legge sul sito di palazzo Madama. Il titolare del Viminale inizialmente doveva tenere l’informativa domani in Senato ed oggi solo alla Camera.

 

Per approfondire