Ama, il porta a porta non fatto colpisce anche Acilia tra topi e rifiuti

La sospensione del ritiro della spazzatura porta a porta minacciata dall’amministratore unico di Ama Zaghis ha fatto preoccupare moltissimo la Raggi e i vertici del Campidoglio. Nonché i cittadini dei quartieri interessati alla eventuale riduzione del servizio. Ma i problemi più grandi sembra proprio che ce li abbiano i residenti delle zone dove questo metodo di raccolta cosiddetto ‘puntuale’ è ancora in funzione. Una settimana fa sono state oltre 150 famiglie della zona Cinquina Bufalotta a scrivere all’azienda capitolina dei rifiuti. Dicendo che non ce la facevano più. A vivere tra cumuli di immondizia e cattivi odori. Al limite dell’emergenza sanitaria in questa estate caldissima e caratterizzata dalla pandemia di covid 19. Ma purtroppo l’appello disperato è rimasto senza risposta. Perché ne’ la Raggi ne’ l’Ama si sono mossi. Ieri invece è toccato agli abitanti di Acilia dire basta. Stessa situazione, fotografie simili di una città allo sbando. Almeno per quanto riguarda la raccolta dell’immondizia e il decoro urbano. Con una aggravante.

Perché il porta a porta può essere una buona soluzione e funziona se è fatto bene. Con puntualità. Altrimenti è peggio dei cassonetti. Perché i bidoncini lasciati per strada al sole o dentro gli androni dei palazzi per giorni diventano una vera e propria bomba sanitaria. Che non ci possiamo permettere.

https://www.ilcorrieredellacitta.com/news/roma-rifiuti-non-ritirati-e-famiglie-disperate-siamo-abbandonati-al-degrado.html

Acilia, sui rifiuti non raccolti il comitato di quartiere dice basta. Così ci infettiamo tutti

Durissima protesta del comitato di quartiere di Acilia contro l’Ama. E la mancata raccolta puntuale dei rifiuti nel cosiddetto porta a porta. Le foto scattate dai cittadini parlano da sole, ed è difficile aggiungere altro. Ci ha provato il presidente del comitato Difendiamo Acilia Alessandro Aguzzetti, con un appello ripreso dal sito ilcorrieredellacitta.com. Ho letto con attenzione le dichiarazioni dell’assessore Leva, ha dichiarato Aguzzetti. Che ce l’ha con Ama, ma anche con il Municipio X di Ostia al quale Acilia appartiene. E che è governato da una maggioranza grillina con a capo la presidente Di Pillo. L’amministrazione ci dice che la raccolta porta a porta non ha subito grandi disagi. Ma ad Acilia e particolarmente a villaggio San Giorgio la situazione purtroppo è un’altra. Abbiamo cassonetti con mancato ritiro ormai da settimane tra topi ed odori nauseabondi. La situazione sta diventando vergognosa e pericolosa anche sul piano della salute dei residenti, ha proseguito Aguzzetti. Che ha lanciato anche un appello.

Chiediamo un intervento immediato nelle prossime ore, ha infatti concluso il presidente del comitato di quartiere. E all’assessore Leva consiglio prima di parlare di venirsi a fare un giro qui da noi. Ma evidentemente ormai chi ci amministra ha dimenticato che anche Acilia dovrebbe far parte a pieno titolo del decimo Municipio.

https://www.ilcorrieredellacitta.com/ambiente/acilia-sos-rifiuti-aguzzetti-la-citta-e-sommersa-dai-rifiuti-situazione-inaccettabile-foto.html

Per approfondire