Anche i ricchi (di sinistra) piangono: a Capalbio razionata l’acqua

Capalbio, vip

Anche a Capalbio, buen retiro dei vip della sinistra, la siccità obbliga a sacrifi fino a qualche tempo fa impensabile.  È stata emanata infatti l’ordinanza che vieta su tutto il territorio del Comune di Capalbio l’utilizzo di acqua potabile, proveniente dagli acquedotti urbani e rurali, per scopi diversi da quelli igienico-domestici.

“Abbiamo dovuto prendere atto – commenta Gianfranco Chelini, sindaco del Comune di Capalbio –, così come in quasi tutto il Paese, della necessità di tutelare le riserve idropotabili a disposizione durante il periodo estivo, particolarmente critico a causa dell’aumento delle temperature, della scarsità delle precipitazioni e dell’aumento dei consumi per la presenza dei turisti sul territorio”.

Capalbio: quali sono i vip che frequentano l’Argentario

Il divieto resterà in vigore fino al 31 agosto e le sanzioni amministrative, per tutti coloro che violeranno il provvedimento, andranno da un minimo di cento ad un massimo di cinquecento euro. “Confidiamo che i cittadini – conclude il sindaco – comprendano fin da subito l’importanza della nostra decisione e la gravità della situazione che riguarda tutto il Paese. Riteniamo che sia fondamentale tutelare le nostre acque e serve che ognuno di noi si comporti in modo virtuoso, senza sprecare un bene fondamentale per la vita di tutti”.

Capalbio è storicamente il buen retiro di vip, intellettuali e politici: finisce spesso sulle cronache estive di giornali e settimanali. L’elenco dei vip che tra Capalbio e Ansedonia è nutrito e aggiornatissimo. Dall’ex sindaco di Roma Francesco Rutelli con la moglie Barbara Palombelli al presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, dal presidente della Consulta Giuliano Amato, da Maria Elena Boschi a Mara Carfagna. Come pure personaggi televisivi come Maurizio Costanzo, Maria De Filippi e Barbara d’Urso.  

E sull’allarme siccità a Capalbio, qualche buon tempone ha ironizzato sui social parafrasando la battuta di Maria Antonietta: “Se a loro manca l’acqua, ripiegano sullo champagne”.

Per approfondire