Ancora sangue sulle strade di Roma, ennesimo incidente mortale

La tragedia stradale è avvenuta all’altezza dell’intersezione che dall’Aurelia Antica porta su via di Bravetta e via del Fontanile Arenato. Intervenuti sul posto gli agenti del XII gruppo Monteverde della polizia locale di Roma Capitale hanno accertato l’accaduto. Secondo quanto ricostruito sino a questo momento la vittima, un uomo romano di 61 anni, è stata investita da uno scooter Piaggio Beverly condotto da un 30enne romano. Fermatosi comunque a prestare i primi soccorsi.

Richiesto l’intervento al 118 il pedone è stato trasportato in condizioni disperate all’ospedale San Camillo. Troppo gravi le ferite riportate da Roberto Fattore, con i medici del nosocomio di circonvallazione Gianicolense che non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Starà ora ai caschi bianchi che hanno svolto i rilievi scientifici ed ascoltato alcuni testimoni, ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

Quattro morti a Roma dall’inizio dell’anno

Con la morte del 61enne salgono a quattro le vittime della strada nella Capitale dall’inizio di questo 2022. Ad aprire il macabro bollettino il 18enne Francesco Ferrara, deceduto l’1 gennaio dopo che lo scooter che stava conducendo impattò contro un’auto sulla via Casilina, in zona Borghesiana-Finocchio. Il 7 gennaio un’altra vittima, un 29enne. Morto in seguito ad un incidente autonomo mentre conduceva uno scooter sul lungotevere Diaz, zona Ponte Milvio. Sempre venerdì 7 gennaio a perdere la vita fu Maria Luisa Abbale.  Deceduta in ospedale due giorni dopo essere stata investita da un pirata della strada su via Walter Tobagi, a Torre Maura. Un tributo di sangue inaccettabile, del quale sono molte le cause. Distrazione, eccesso di velocità ma anche scarsa manutenzione delle strade e della segnaletica. Un punto sul quale servono subito maggiori investimenti. Sulla sicurezza dei pedoni e degli utenti fragili della strada il Comune deve subito intervenire.

Per approfondire