Ancora una rissa tra adolescenti a Villa Borghese. Si affrontano in 100 richiamati dai social

Foto Roma Today. Ancora una rissa tra adolescenti nei quartieri bene della Capitale. Era già accaduto il 5 dicembre al Pincio, con le immagini che avevano fatto il giro del web. E poi successivamente il 13 dello stesso mese. In questo caso, esattamente come ieri sera a Villa Borghese. A fare scalpore all’epoca era stata l’età giovanissima dei partecipanti alla maxi rissa. Tra i 14 e i 16 anni, secondo quanto segnalato dalle Forze dell’Ordine. Che avevano prontamente identificato i fermati. Inoltre, esattamente come oggi mancava un motivo plausibile per venire alle mani. Ammesso che ve ne sia mai uno. Così le scazzottate erano nate da ‘equivoci’ scoppiati in rete. Con una scia di gelosie, promesse di vendette e di rappresaglie. Pura follia, che purtroppo si è ripetuta di nuovo ieri pomeriggio. Nello stesso parco al centro di Roma. Quando un passante in transito per viale Washington ha sentito delle urla provenienti da poco lontano. E allarmato, ha avvisato la Polizia.

In questo caso, sarebbero stati almeno un centinaio i ragazzini coinvolti, che si sono prontamente dati alla fuga. Prima dell’arrivo degli agenti del vicino commissariato Trevi. Uno di loro però è rimasto a terra, ferito al volto e dolorante. E il ragazzo avrebbe indicato almeno due coetanei responsabili del suo pestaggio. Da qui partiranno le indagini. Ma anche il web potrebbe fornire indizi importanti. Su questa ennesima spedizione punitiva. Ad opera di adolescenti annoiati. Di una società che evidentemente da tempo non riesce più a trasmettere valori positivi ai propri giovani.

Rissa annunciata a Villa Borghese: le immagini della vergogna (video)

I giovani partecipanti alla rissa adesso rischiano il processo

Rischiano di essere imputati per rissa aggravata e lesioni personali. Alcuni dei giovani che ieri se le sono date di santa ragione a Villa Borghese. Fino a che uno di loro non è rimasto a terra. Colpito da pugni e calci, con il volto tumefatto. Adesso il suo racconto è al vaglio dei poliziotti del commissariato Trevi Campo Marzio, accorsi sul posto. Dopo che un passante terrorizzato aveva lanciato l’allarme. Sarebbero almeno due i ragazzi autori materiali dell’aggressione, ma gli inquirenti stanno cercando anche sul web. Per capire i motivi di questa ennesima assurda ‘chiamata alle armi’. E per identificare altri eventuali responsabili. Che potrebbero rischiare anche di andare a processo. Se il loro coinvolgimento venisse provato. È almeno la quarta maxi rissa tra adolescenti negli ultimi cinque mesi, dopo le due del dicembre scorso a Roma. E quella del 24 marzo a Fiumicino, località Isola sacra. Quando un 19 enne è finito addirittura accoltellato. Un fenomeno inquietante, che non può più essere derubricato solo a malcostume. Di una gioventù annoiata e senza valori. Ma che deve essere affrontato e stroncato con la massima severità. Perchè in piena emergenza covid, con la popolazione in ginocchio, le bande di adolescenti idioti non si possono davvero tollerare.

https://www.romatoday.it/cronaca/rissa-villa-borghese-10-aprile-2021-.html

 

 

 

Per approfondire