Animalisti infuriati contro la Raggi: “Aveva promesso di abolire le botticelle”

botticelle

Non è la prima promessa da marinaio di Virginia Raggi. E non è neanche l’ultima bugia della sindaca di Roma. Ma oggi, sulle storiche botticelle, ha per l’ennesima volta smentito uno dei suoi cavalli di battaglia in campagna elettorale.

E il termine cavalli è più azzeccato che mai. Perché le storiche carrozzelle romane resteranno in attività, a dispetto delle promesse di Virginia. E gli animalisti non l’hanno presa benissimo.

Il regolamento che trasferisce le botticelle nei parchi e nelle ville storiche approda in Aula Giulio Cesare ma non è l’eliminazione promessa in campagna elettorale. Il Comune di Verona le ha abolite, ma a Roma la riforma delle botticelle prevede solo il loro spostamento nei parchi e nelle ville storiche”. Così l’Oipa, esprimendo comunque soddisfazione per il nuovo regolamento che toglie i cavalli dal traffico della Capitale, in attesa di leggere il testo che uscirà dall’Aula, dati i vari emendamenti presentati.

“In campagna elettorale la sindaca Virginia Raggi promise che l’abolizione delle botticelle sarebbe stato il primo provvedimento a favore degli animali della sua amministrazione – ricorda Rita Corboli, delegata romana dell’Oipa di Roma – Di certo chi ama gli animali questo si aspettava. Il nuovo regolamento per il benessere degli animali del Comune di Verona, approvato il 30 ottobre, tra le altre cose ha abolito carrozze trainate da cavalli. Perché a Roma non si è avuto questo coraggio?”.

Il piano del sindaco Alemanno: carrozze elettriche al posto delle botticelle

La promessa della sindaca Virginia Raggi di togliere i cavalli dalle strad aveva rispolverato il prototipo della carrozza elettrica. Un progetto nato con il sindaco Gianni Alemanno e da allora fermo in un deposito.

Una posizione che era condivisa da Nino Morabito, responsabile nazionale fauna di Legambiente. “È palese che le botticelle sono una modalità che fa sempre più fatica a reggere nel contesto urbano. L’impegno che ci si può mettere per cercare di non far soffrire gli animali è comunque inadeguato rispetto alle condizioni in cui dovrebbo muoversi nel traffico. Soprattutto durante l’estate… Noi pensiamo che si debba affrontare seriamente questo problema». Ma il termine “seriamente” nella stessa frase con “giunta Raggi”, non può coesistere.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *