Anziano trovato morto in casa all’Eur, è giallo. Non usciva da dieci giorni

Si potrebbe aprire un giallo sulla morte di un uomo di 76 anni. Trovato senza vita nel suo appartamento in via dell’Arte, all’Eur. A trovare il cadavere sono stati i vigili del fuoco e gli agenti del commissariato Esposizione. I quali si sono attivati  su richiesta di una parente che da una decina di giorni non aveva più notizie dell’uomo. Al loro arrivo i pompieri hanno avuto conferma che dall’interno dell’appartamento non provenivano rumori e hanno forzato la porta per entrare. Una volta dentro hanno scoperto il corpo ormai senza vita del 76enne disteso nel corridoio d’ingresso.

Sul posto è intervenuta quindi la polizia scientifica. Dai primi rilievi non sono emersi segni di violenza e nulla nell’appartamento lasciava pensare ad un’aggressione, ma le indagini sono in corso. L’autopsia dovrà accertare quando l’uomo è deceduto e che cosa l’abbia ucciso. E tutte le piste rimangono ancora aperte.

L’anziano terrorizzato dal covid non voleva più uscire di casa

Del fatto che da molti giorni da quell’appartamento non si sentissero più rumori, e della sostanziale scomparsa dell’anziano signore dal condominio e dal quartiere, si erano accorti anche i vicini. Ma nessuno aveva pensato al peggio. Forse anche perché, l’uomo sembra fosse molto preoccupato da covid. Tanto da aver detto a qualcuno, di non sentirsela più di uscire. Ecco perché tutti pensavano a una sorta di quarantena, messa in atto per tutelare al meglio la propria salute. Ma purtroppo non è stato così. E adesso bisognerà capire, se sia stato proprio un malore a determinare il decesso. O se si sia trattato di qualcos’altro, del quale però al momento non ci sarebbe alcuna evidenza.

Per approfondire