Ardea, 30enne ubriaco pesta di botte la compagna: ‘Non è la prima volta’

Violenza compagna

Prima la discussione, poi le botte. E per l’ennesima volta. La scorsa notte i Carabinieri della Stazione di Marina Tor San Lorenzo sono intervenuti ad Ardea, lì dove una 33enne poco prima era stata picchiata dal compagno, un italiano di 30 anni suo convivente. Una volta sul posto i militari hanno trovato in casa l’uomo, da solo, completamente ubriaco, che ha dichiarato che dopo la lite la donna si era allontanata volontariamente, senza portare con sé il cellulare.

Donna picchiata dal compagno ad Ardea

Proprio in quel telefono i militari hanno trovato le foto della donna, con evidenti ecchimosi sulle braccia. Temendo il peggio, i Carabinieri con l’aiuto di altri militari giunti in supporto dalla Compagnia di Anzio, hanno effettuato delle ricerche in zona e dopo circa un’ora sono riusciti a rintracciarla, nella propria autovettura, nei pressi di uno stabilimento balneare. Lì aveva trovato rifugio, lì si sentiva forse al sicuro.

La donna, ancora sotto shock e impaurita, ha raccontato di una lunga serie di maltrattamenti. Di quelle discussioni nate dalla gelosia ossessiva. In passato, però, non aveva mai richiesto l’intervento delle forze dell’ordine, non aveva mai fatto ricorso a cure mediche. Forse per paura, per il timore di non essere creduta.

Orrore a Ponza, 16enne stuprata da un vicino: denunciato 34enne

L’arresto dell’uomo violento

E anche questa volta la donna non voleva sporgere denuncia. Ma sulla base di tutte le informazioni i Carabinieri sono intervenuti e hanno arrestato il 30enne, che ora dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia. Al termine degli atti, per lui si sono aperte le porte del carcere di Velletri. E per la donna di 33 anni è finito, finalmente, l’incubo.

Donne picchiate (anche e purtroppo) ad Anzio

Non solo Ardea. Due donne sono state aggredite, umiliate, picchiate dai loro compagni ad Anzio. Nella scorsa serata una 33enne ha richiesto l’intervento dei Carabinieri perché l’ex compagno, anche lui ubriaco, la stava minacciando e insultando. La 33enne ha poi raccontato che non era la prima volta e che era stata costretta a cambiare le sue abitudini di vita, per evitare di incontrarlo. Ieri pomeriggio, invece, i Carabinieri della Stazione di Anzio hanno notificato a un 54enne italiano, un’ordinanza di misura cautelare del divieto di avvicinamento all’ex compagna con applicazione dello strumento elettronico di controllo. Il 20 giugno scorso la donna aveva denunciato per la prima volta i maltrattamenti da parte dell’uomo, che nell’ultimo caso l’aveva scaraventata fuori dall’auto, ferendola.