Aristide Agostinelli, trovato morto il ragazzo 21 enne scomparso a S. Basilio

La vicenda di Aristide Agostinelli, il ragazzo scomparso il 20 marzo scorso attorno alle 19 dopo essere uscito da casa sua a S. Basilio con sotto il braccio lo skateboard, si è conclusa nel peggiore dei modi. Infatti ieri mattina attorno alle 9, un passante ha segnalato la presenza di un corpo, apparentemente senza vita, in un parco tra Colli Aniene e il raccordo anulare. E purtroppo, una volta giunti sul posto i Carabinieri e il 118, non hanno potuto far altro che constatare il decesso del giovane. Che dopo gli accertamenti di rito, è risultato essere proprio il ragazzo scomparso. Adesso bisognerà verificare cosa sia successo in questo mese. Nel quale il giovane si era reso introvabile, letteralmente volatilizzato. Nonostante gli appelli su Facebook e le disperate ricerche, anche tramite l’associazione Penelope. Rimane il dolore per una fine assurda, di un ragazzo poco più che adolescente. E un drammatico senso di impotenza di fronte a notizie che non vorremmo mai sentire.

Aristide si era allontanato da casa. Da quel momento più nulla

Quando un mese fa si era allontanato da casa, Aristide indossava una felpa blu con il cappuccio. Erano circa le sette di sera, e sotto il braccio stringeva il suo inseparabile skateboard bianco e nero. Qualcuno aveva riferito di averlo visto prendere un autobus, poi più nulla. Tantissimi gli appelli della famiglia e degli amici, anche tramite Facebook e i social. Con l’associazione Penelope che aveva messo a disposizione i suoi contatti e la sua rete per cercare di ritrovare il giovane scomparso. Ma purtroppo, il corpo del ragazzo è stato rinvenuto solo ieri mattina. Quando oramai era troppo tardi per aiutarlo. Ora insieme allo sgomento, gli inquirenti dovranno dir.ci cosa sia successo. Se questa morte assurda fosse evitabile. Se Aristide abbia subito violenza. Per rispondere almeno a una domanda di giustizia. Visto che di più, adesso, nessuno può fare.

Per approfondire