Aveva ragione Cossiga quando prese a pesci in faccia Palamara (video)

cossiga palamara

Cossiga vs Palamara. D’accordo, è un video vecchio. 16 gennaio 2008. Ma proprio per questo profetico, con il senno di poi. E’ tornato a girare in rete il bellissimo video in cui Francesco Cossiga umiliò in tutti i modi l’allora capo del Consiglio superiore della Magistratura Palamara. Su SkyTg24, nella sua veste, Palamara avrebbe dovuto commentare le dimissioni rassegnate poche ore prima dall’allora Guardasigilli, Clemente Mastella, esponente del funesto governo Prodi. Comunque, quello che disse Palamara sul governo Prodi e sulle dimissioni di Mastella, opinioni che non sono certo passate alla storia, non piacquero a Cossiga, che intervenne a sorpresa.

Cossiga irrise Palamara: faccia di tonno

Rivolto alla conduttrice, Cossiga esordì così: A questo tuo dibattito partecipa un magistrato che o non capisce nulla di diritto o è molto spiritoso, comunque la faccia da intelligente non ce l’ha assolutamente”. Palamara, spiazzato, si limitò a ringraziare l’ex presidente, secondo lui ironicamente. Rimanendo poi in silenzio sotto la gragnuola di colpi del picconatore.  “Io vengo da una famiglia di magistrati che si vergognerebbero di ascoltare quello che ha detto questo, che si chiama… Palamara. Come il tonno“. Cossiga non entra nel merito, ma continua a umiliare l’ospite. E quando la conduttrice chiede perché dà un giudizio così severo, Cossiga risponde da par suo.

“Anm, associazione tra il sovversivo e mafioso”

“Dalla faccia. “Dalla faccia, io ho fatto politica cinquant’anni e vuole che non riconosca uno dalla faccia?”. Palamara prova a balbettare che gli sembra offensivo questo… al che Cossiga lo provoca ulteriormente: “Sì, sì è offensivo e, mi quereli, mi diverte se mi querela. Perché non mi querela? I nomi esprimono la realtà, lei si chiama Palamara e ricorda benissimo l’ottimo tonno”. Poi si fa serio e dichiara: “La battaglia contro la magistratura è stata perduta quando abbiamo abrogato le immunità parlamentari che esistono in tutto il mondo e quando Mastella, da me avvertito, si è abbassato i pantaloni sotto dettatura di quella associazione tra il sovversivo e lo stampo mafioso che è l’Associazione nazionale magistrati”.

Palamara non sa più che dire e non replica adducendo a motivo la sua presunta buuona educazione. Forse quella che adesso gli ha fatto dire “Salvini ha ragione ma dobbiamo attacarlo lo stesso”. La condutrtrice invita Palamara a rispondere ma è bloccata da Cossiga: “Io con uno che ha quella faccia non parlo, con uno che ha detto quella serie di cazzate non parlo, mi spiego? Tu sei una donna di gran gusto, non invitare magistrati con questa espressione alle tue trasmissioni per carità”. E conclude: “Ho suggerito a Prodi di aumentare lo stipendio ai magistrati e poi abolire la norma che si può procedere solo se non si hanno demeriti. Anzi, io metterei l’anzianità congiunta al demerito. Così Palamara farà molta carriera”. E così è stato.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *