Baby rom specializzati in furti. Arrestati

Le verifiche sono state fatte  anche a bordo dei mezzi pubblici. Dopo diverse denunce per borseggio pervenute negli ultimi giorni. E infatti, su un convoglio della metro A all’altezza della fermata Repubblica, i Carabinieri hanno arrestato un 13enne romeno. Senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine. Sorpreso mentre sfilava il portafogli dalla tasca dei pantaloni di un turista.

Il minorenne, accusato di furto aggravato, è stato accompagnato presso il Centro di Prima Accoglienza in via Virginia Agnelli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Due rom colte sul fatto nelle vie dello shopping

Sempre con l’accusa di furto aggravato, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato una 18enne e una 19enne. Entrambe domiciliate nel campo nomadi Anagnina e con precedenti. Le giovani, ben vestite e munite di mappa della Capitale e zainetto in spalla, per camuffarsi tra i tanti turisti presenti, sono state notate mentre di aggiravano con fare sospetto lungo le vie dello shopping del centro storico. E sono state seguite dai Carabinieri. Poco dopo, in via di Propaganda, le due hanno avvicinato alle spalle una turista peruviana di 44 anni. E mentre una la distraeva, l’altra, nascondendo la mano sotto la cartina topografica aperta, la derubava del portafogli che custodiva in borsa.

I Carabinieri le hanno immediatamente bloccate e hanno recuperato la refurtiva. Le arrestate sono state portate in caserma e trattenute in attesa del rito direttissimo.

Per approfondire