Berlusconi: brutta campagna elettorale, noi abbassiamo le tasse, la sinistra infanga

berlusconi da draghi (2)

“Vedo i prodromi di una campagna bruttissima, fatta per l’ennesima volta di demonizzazione. A sinistra non riescono a dire altro, perché su ogni altro tema sono lacerati. Da parte nostra invece parleremo di contenuti, del nostro progetto per far ripartire l’Italia”. Lo scrive su Twitter Silvio Berlsuconi. E aggiunge: “Daremo attuazione al Pnrr rispettando i tempi e le scadenze. Ho detto più volte che non disperderemo quanto di buono ha fatto il governo Draghi”.

Berlusconi: applicheremo una flat tax al 23 per cento

“Una pillola al giorno leva il medico di torno. Una pillola al giorno del nostro programma dovrebbe levare di torno i signori della sinistra”. Così Silvio Berlusconi in un video sui social. “La pillola sono le tasse. Quando saremo al governo applicheremo una flat tax al 23%, per tutti, famiglie e imprese, per alleggerire l’oppressione fiscale, per combattere davvero l’evasione, per aumentare le entrate dello Stato. Se sei d’accordo, se pensi sia giusto lasciare più denaro nelle tasche degli italiani, per far ripartire consumi e investimenti, il 25 settembre devi andare a votare e naturalmente devi votare Forza Italia”.

“Il premier? sarà semplicemente chi ha preso più voti…”

Il candidato premier “sarà una proposta che spetta a chi nella coalizione ha preso più voti, naturalmente in accordo con gli alleati. E poi sarà il Capo dello Stato a prendere la decisione definitiva”. Lo ribadisce Silvio Berlusconi, intervistato dal Messaggero. Il fondatore di Forza Italia poi resta possibilista sul fatto che “sia possibile presentare agli italiani prima delle elezioni alcune figure di prestigio scelte tra i protagonisti della cultura, dell’economia e del volontariato. Oltre naturalmente – dice – ai nostri parlamentari più bravi”. Ci sarà la fusione tra Lega e Forza Italia? “No siamo due forze diverse, con culture politiche diverse e ci rivolgiamo ad elettorati diversi. E non abbiamo mai ipotizzato un progetto di fusione”.

 

Per approfondire