Botte e minacce con le armi ai genitori per ottenere i soldi per la droga: arrestato

carabinieri

Era diventato un incubo per i genitori e per il fratello. Continue richieste di denaro per andare a comprare la droga. Se c’era un rifiuto scattavano le botte, i calci, i pugni e le minacce anche con armi non dichiarate. Per questo un uomo è stato arrestato dai Carabinieri.

L’arresto

Maltrattamenti in famiglia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e porto di armi e/o oggetti atti ad offendere, nei confronti dei genitori e del fratello convivente: per questi reati, i Carabinieri della stazione di Labico, unitamente a quelli dell’Aliquota radiomobile di Colleferro, vicino Roma, nei giorni scorsi, hanno arrestato un 24enne del luogo. I militari sono intervenuti su richiesta del padre che, stanco delle continue liti e richieste di denaro da parte del figlio, ha segnalato al 112 di temere per la propria incolumità e per quella dei propri familiari poiché il figlio era in uno stato di alterazione dovuto all’abuso di alcol e stupefacenti.

Urla e autolesionismo

Dopo pochi minuti sono arrivati presso l’abitazione i carabinieri che, hanno provveduto, con non poca fatica, a mettere in sicurezza il giovane che oltre a manifestare intenti autolesionistici ha tentato di darsi alla fuga divincolandosi sferrando calci all’auto di servizio ed opponendo resistenza ai Carabinieri. Nei pantaloncini del giovane i militari hanno rinvenuto anche una forbice ed un taglierino.

I precedenti

Gli stessi militari erano già intervenuti recentemente, presso la stessa abitazione, sempre su richiesta dei genitori, per un analogo episodio. In quella occasione, il 24enne dopo una lite con il padre, aveva minacciato di spaccare tutti gli oggetti/suppellettili presenti nell’abitazione ed aveva però, già danneggiato l’auto del fratello nonché la caldaia installata all’esterno dell’abitazione ma, i genitori nella circostanza non formalizzarono nessuna denuncia nei confronti del figlio. Nei giorni scorsi invece esasperati dal perseverare comportamento del giovane hanno avuto il coraggio di denunciarlo e per questo motivo il 24enne è stato arrestato e condotto presso il carcere di Velletri.

Parliamo di: Zone: