Brusca risalita del Covid: oltre 20mila contagi e ben 118 morti. Che Natale ci attende?

pandemia covid ambulanza

Sono 20.497 i nuovi casi di coronavirus e 118 i morti in 24 ore, secondo quanto emerge dai dati del ministero della Salute sulla situazione del contagio.  Sono 716.287 i tamponi, tra molecolari e antigenici, processati in 24 ore che fanno rilevare un tasso di positività al 2,9%, secondo i dati del ministero della Salute sulla situazione del contagio. Dall’inizio dell’emergenza sono state contagiate dal coronavirus 5.185.270 persone mentre le vittime sono 134.669. I guariti sono 4.787.453, 11.777 nelle ultime 24 ore. Ad oggi in Italia ci sono 263.148 positivi al coronavirus, 8.595 in più di ieri.

Anche nel Lazio salgono contagi, decessi e ricoveri

“Oggi, nel Lazio, su 17.294 tamponi molecolari e 36.895 tamponi antigenici per un totale di 54.189 tamponi, si registrano 1.871 nuovi casi positivi (+495). Sono 13 i decessi (+3), 786 i ricoverati (+9), 110 le persone nelle terapie intensive (-4) e +928 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3,4%. I casi a Roma città sono a quota 861”. Lo riferisce l’assessore alla Sanità e integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, dopo la videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l’ospedale pediatrico Bambino Gesù. Nelle province si registrano 453 nuovi casi e 2 decessi.

Nel Lazio “il valore dell’Rt è 1.06, più basso del valore Rt nazionale, la classificazione del rischio è moderata, l’incidenza in lieve aumento con una velocità più bassa. Mantenere alta l’attenzione, in crescita seppur sotto soglia entrambi i tassi di occupazione ospedaliera”. Lo sottolinea l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel bollettino quotidiano su Covid-19.

Intanto più di sei milioni di italiani non fanno il vaccino

Sono 6,1 mln le persone che non si sono ancora sottoposte al vaccino anti-covid, secondo quanto emerge dal report settimanale vaccini anti-covid del governo. In particolare non hanno fatto la prima dose o dose unica 194.348 over 80, 406.056 nella fascia 70-79, 672.733 tra i 60 e i 69 anni, 1.097.620 tra i 50 e i 59 anni, 1.289.003 tra i 40 e i 49 anni, 941.105 nella fascia 30-39 anni, 535.031 nella fascia 20-29 e 967.264 nella fascia 12-19 anni.

Per approfondire