Buffonata della Polizia locale e di RaiTre all’Appia Antica (video)

controlli polizia nel parco raitre (2)

Quando la Rai scade nel ridicolo. E’ successo stamattina ad Agora su RaiTre. E’ stato trasmesso un servizio sull’inseguimento e la cattura di un pericoloso runner nel parco dell’Appia Antica. Droni, auto della Polizia locale, personale dei vigili urbani. Tutto per catturare questo signore che stava facendo sport lontano dall’abitato per evitare di incontrare gente, come ha dichiarato dopo. La cosa è ridicola, anche per come è stato presentato il servizio. Si vedono le fasi concitate di questo innocuo corridore nel parco, un vigile che lo insegue, il drone che decolla e lo individua, e poi finalmente la cattura e del pericolosissimo runner.

Uomini e mezzi della Polizia locale per un innocuo runner

Ma cone diceva quella fortunata trasmissione, tutto quanto fa spettacolo e visualizzazioni e ascolti. Ora ci attendiamo che tutto questo impegno, questo ingente spiegamento di uomini e mezzi, sia adoperato contro spacciatori, criminali, rapinatori, trafficanti di droga. Nota di colore: come colonna sonora di questo eroico inseguimento c’era la cavalcata della valchirie… Veramente a RaiTre non hanno il senso del ridicolo, tanto che su twitter qualcuno ha anche commentato: “A RaiTre, si sa, piacciono i metodi sovietici. Hanno nostalgia della Ddr…”.

Perché i vigili si sono prestati a quella pagliacciata?

Certo, la Polizia locale deve far rispettare il Dcpm, ci mancherebbe altro, ma in questo caso si sono prestati a beneficio delle telecamere. E ci hanno fatto brutta figura entrambi. I vigili, perché dovrebbero fare cose più importanti che inseguire e catturare un innocuo signore, e la Rai perché così non ha fatto davvero servizio pubblico. Agora tra l’altro non è nuova a iniziative di questo genere. Qualcun altro commenta: “Bravi, adesso però li voglio vedere fare le stesse cose contro gli spacciatori di San Lorenzo…”. Insomma, mai visto uno spiegamento di forze del genere per far rispettare la legalità. Una ragazza alla fine chiosa: “Insomma, se ci mettessero sempre la stessa energia e armamenti per acchiappare i delinquenti, saremmo in un Paese migliore…”.

 

Per approfondire

Comments are closed.

Commenti

  • Jose Franco Iacovino scrive:

    E’ veramente paradossale. Ma purtroppo rincorrere una persona (anziana ) che corre in un prato da tutte le polizie è l’espressione del nulla .Sono tentato di pensare che è un film recitato molto bene dai presenti comprese le autorita’.per dimostrare a modo di intimidazione la forza reprimente che oggi circola per Roma attraverso l’emittente Rai tre molto vicina al sistema. Strano che Rai tre si trovi sempre puntuale ad episodi del genere.Vedi anche l’ingorgo della Pontina