Bulgari dona allo Spallanzani un microscopio di ultima generazione

bulgari dona un microscopio

Una buona notizia. Bulgari dona allo Spallanzani un microscopio di ultima generazione. Lo strumento ideale per studiare a livello cellulare le infezioni da tutti i virus compreso il coronavirus. E’ il nuovo microscopio – Leica thunder imager 3d cell culture & live cell – donato da Bulgari all’Inmi Spallanzani di Roma. La donazione ufficiale ieri alla presenza del Ceo di Bulgari Jean-Christophe Babin, dell’executive vice president sales & retail di Bulgari Lelio Gavazza, del direttore generale dello Spallanzani Marta Branca e delle virologhe che per prime in Italia hanno isolato il virus.

Questo microscopio è il primo ad arrivare a Roma

“Il nuovo sistema microscopico di acquisizione delle immagini all’avanguardia rappresenta uno strumento fondamentale per la ricerca. Esso porterà alla prevenzione e alla cura del virus. Il microscopio sarà poi collocato nei laboratori di Ricerca dello stesso Padiglione”, sottolinea lo Spallanzani. “Siamo onorati della scelta di Bulgari – ha affermato Marta Branca, direttore generale dello Spallanzani – che ci consentirà di rafforzare in un momento così delicato la ricerca sugli sviluppi del Covid-19. Ringrazio, in modo particolare l’ad Jean-Christophe Babin, per l’impegno e la sua disponibilità nei confronti dell’Istituto”.

Bulgari: grazie alle persone meravigliose dello Spallanzani

Questa tipologia di microscopio è il primo a essere installato nella città di Roma. Consentirà ai ricercatori dell’Inmi di portare avanti innovativi protocolli sperimentali di ricerca. “Siamo consapevoli che la donazione è una prima piccola goccia nell’oceano della ricerca che deve essere condotta. Ma grazie alle persone meravigliose che ci lavorano giorno e notte con incredibile ottimismo siamo sicuri che nelle settimane a venire si faranno passi enormi per contenere prima e poi sradicare il Coronavirus, non solo dall’Italia, ma dal resto del mondo”. Lo ha sottolineato Jean Christophe Babin, ceo di Bulgari. L’acquisto del microscopio è stato effettuato in seguito alle valutazioni tecniche necessarie per le nuove acquisizioni, secondo i criteri propri dell’Health Technology Assessment, effettuate dai professionisti dell’Unità di Ingegneria clinica dello Spallanzani.

 

 

(Foto MFFashion.com)

Per approfondire