Buone notizie per l’Ostiamare: torna Roberto Di Paolo con obiettivo la C2

ostiamare

Buon notizie per l’Ostiamare, la compagine del litorale romano che milita in serie D. Torna dopo qualche anno nella società Roberto Di Paolo, imprenditore che ha portato al successo tante squadre della regione. Dal Monterotondo a Ostia, dal Soriano nel Cimino a Civitavecchia. Non sono state poche le squadre che grazie a Di Paolo si sono trovate nella catgoria superiore in poco tempo.

Di Paolo a Ostia: lo dice Sport in Oro

La notizia è stata rilanciata per primo dal sito Sport in Oro, che ha anche intervistato Di Paolo. La notizia, rivela la fonte, circolava già da qualche tempo nell’ambiente, ma solo adesso è stata ufficializzata. A nessuno sfugge il profondo legame di Di Paolo con Ostia. Nell’ormai lontano 2003 Di Paolo riportò in Serie D i colori biancoviola prima dell’inizio dell’era-Lardone.

Ostiamare fu fondata nel 1945

Ostiamare è una società di antiche tradizioni: è nata nel 1945, ma sin  dal 1923 c’era l’Associazione sportiva Ostia a rappresntare la cittadina marina. Subito dopo la guerra nacque come Associazione sportiva Ostia mare. Inizialmente il colore sociale era il granata, ma presto si adottò l’attuale bianco-viola. Alla fine degli anni Ottanta Ostiamare raggiunse la C2, dove rimase due stagioni. Poi ci furono Promozione ed Eccellenza, e poi la serie D, dove ancora milita, tra alti e bassi. Tra i campioni che vi giocarono c’era Daniele De Rossi, molto legato all’Ostiamare.

Di Paolo rilancerà i lidensi

Insomma, nota Sport in Oro, un passaggio di consegne che adesso si rinnova con lo stesso patron di origini partenopee pronto a riaccogliere Di Paolo per rilanciare le ambizioni dei lidensi. Nella prima stagione Di Paolo si occuperà in esclusiva dellaprima squadra e della formazione Juniores con il ruolo da vicepresidente, lasciando a Luigi Lardone e al suo staff  la piena responsabilità sulla gestione del settore giovanile biancoviola.

Di Paolo ringrazia il presidente Lardone

Successivamente . dice sempre Sport in Oro –  il club dovrebbe finire per intero nelle mani della famiglia Di Paolo con il figlio Alessandro, ideatore dell’accordo tra le parti, pronto ad assumere un ruolo pienamente operativo.  “Se sono tornato ad Ostia, il merito è tutto di Alessandro – commenta infatti Di Paolo –. E’ stato lui a volere fortemente questo accordo e forse era destino che tornassi qui dopo quasi vent’anni. Nel presidente Lardone ho trovato una persona squisita e tra persone perbene non è stato difficile raggiungere un’intesa, per questo lo ringrazio”.

“Il primo amore non si scorda mai”

Come si diceva, una serie di successi nel calcio laziale per Di Paolo, ma Ostia ha sempre rappresentato qualcosa di speciale. “E’ vero, ho vinto molto e per ognuna delle piazze in cui l’ho fatto provo grande affetto – conferma Di Paolo a Sport in Oro – Questo luogo però è diverso. Per me è come il primo amore, non si scorda mai”.

Obiettivi? “I tifosi sanno che io voglio vincere e il mio sogno è quello di portare il club in Serie C. Non so se ci riusciremo già nella prima stagione, che sarà di costruzione, ma l’obiettivo è quello e non mi nascondo”.

Per approfondire