Campidoglio ‘sparamulte’, ecco i nuovi autovelox per mazzolare i Romani

Nuovi autovelox, telecamere per controllare le corsie preferenziali e sanzioni salatissime. Da 189 ad oltre 800 euro per i trasgressori. E in caso di recidiva, potrà scattare anche la sospensione della patente. Questo in sintesi il nuovo piano del Campidoglio. A sentire la sindaca Raggi e l’assessore Calabrese fatto per decongestionare le preferenziali dedicate ai mezzi pubblici. E contro l’invasione del traffico privato. Esattamente così, come riporta testualmente il corriere.it. Proprio mentre in tutta Italia impazza il covid, e le amministrazioni  sono alle prese con il rischio contagio su bus e metropolitane. Ovvio allora che i cittadini usino di più il mezzo privato, anche per proteggersi. E mantenere il distanziamento sociale. Ma ecco che gli automobilisti diventano subito una preda ghiotta. Per fare cassa velocemente, e chissenefrega se si stratta di lavoratori che non hanno la fortuna di stare in smart working. E che escono di casa non per divertimento. Ma per cercare ancora di portare uno straccio di stipendio alle loro famiglie. Certo, che le preferenziali siano libere e’giusto. Ed è da incivili passarci con la propria vettura. Ma il limite di 30 chilometri orari sulla Colombo, chi sarà in grado davvero di rispettarlo? E con le nuove telecamere e gli autovelox, il Comune mantiene un suo impegno. Più multe per tutti.

Autovelox in città per far fare cassa ai comuni: grazie, governo

Nuovi autovelox da Viale Regina Margherita al Lungotevere. E grazie al decreto ‘Conte’ multe subito e senza contestazione

La possibilità di intervenire velocemente e in maniera ‘letale’ per gli automobilisti è contenuta in uno degli innumerevoli decreti firmati dal premier Conte in questi mesi. Quello che ha preso il nome di ‘decreto semplificazioni’. E che consente alle amministrazioni di installare in tempi record e senza burocrazia telecamere per controllare il traffico e nuovi autovelox in città. Una velocità che purtroppo non si è vista quando i soldi il governo li avrebbe dovuti erogare. Perché in questo caso molti lavoratori aspettano ancora la cassa integrazione di marzo. Ma questa è un’altra storia. Per i congegni sparamulte si è andati veloci come missili. Staremo al fianco dei cittadini, ha più volte dichiarato il premier. Non pretendiamo tanto. Basta però che governo e comune non ci stiano ‘nel fianco’. E che almeno in questo periodo difficilissimo ci lascino campare in pace.

Controlli anche nella galleria a via Gregorio VII, a Corso Vittorio e a Via Labicana. Ma telecamere anche in tangenziale est e Tor Bella Monaca

Le nuove telecamere saranno posizionate per controllare le preferenziali in via Labicana, così come a Corso Vittorio. Ma anche all’inizio e alla fine della galleria di via Gregorio VII. E rilevatori di velocità si troveranno anche sui pannelli luminosi che indicano lo stato del traffico in via Isacco Newton e sui lungotevere. Ma non mancheranno autovelox  in entrambi i sensi di marcia del Muro Torto. E sulla tangenziale est, all’altezza delle gallerie tra lo Stadio Olimpico e le uscite di Cassia e Flaminia. Delle corsie centrali di Via Cristoforo Colombo abbiamo già detto. E anche sul tratto a quattro corsie che porta dal raccordo a Tor Bella Monaca sono previsti autovelox e sensori. Insomma, una stretta contro gli indisciplinati certo. Ma anche un accanimento contro gli automobilisti che dovranno scegliere. O mettersi tutti in fila a 30 all’ora, o pagare il balzello. Alternativa, riempire ancora di più gli autobus e prendersi il covid. Complimenti davvero.

https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/20_ottobre_28/campidoglio-piu-telecamere-autovelox-per-disincentivare-abusi-traffico-privato-a919f608-1938-11eb-b299-55dcc243e9fe.shtml

Per approfondire