Campo de’ Fiori piena per Michetti. Meloni: “La sinistra ha dato il peggio di sé”

meloni e michetti roma (2)

Con l’intervento di Enrico Michetti si è concluso il comizio elettorale del centrodestra a sostegno del candidato sindaco di Roma in una piazza Campo deì Fiori che si è riempita sul finale. Appena ha finito di parlare Giorgia Meloni è salita sul palco per cantare a fianco di Michetti l’Inno di Mameli. “Pensano di fiaccarci ma noi non faremo un passo indietro. Difendiamo libertà, democrazia, difendiamo Roma. Ripartiremo dalle categorie che hanno sofferto di più. Daremo a Roma efficienza. Faremo gli impianti per i rifiuti, per la mobilità. Faremo grandi eventi, saremo collaborativi e partecipativi. Allargheremo le braccia a chiunque voglia lavorare realmente e con onestà. Ma una cosa la voglio dire: abbiamo una grande opportunità. Sento che la città sta reagendo e vi chiedo dunque di andare a votare. Ci andiamo a riprendere il Campidoglio”.

Michetti: la sinistra ha mandato il Campidoglio in dissesto

Lo ha detto il candidato sindaco a Roma per il centrodestra, Enrico Michetti, durante la chiusura della campagna elettorale a Campo de’Fiori. “Le giunte di sinistra -ha aggiunto- hanno mandato il comune in dissesto nel 2008. Noi dobbiamo ripristinare il principio di sicurezza nella legalità. Se c’è un problema sociale lo risolveremo con le regole e con le nostre leggi. Noi che abbiamo combattuto i totalitarismi mettiamo la legge del popolo al centro del Paese”.

Matone: il pericolo fascvista non c’è, basta con le stesse immagini

“Abbiamo un patto per Roma, che è un impegno serio e fattibile. I soldi per sistemare le cose ci sono. Se vinciamo questa battaglia avremo 27 miliardi. Se tu mandi 100 volte al giorno le stesse immagini dell’assalto alla Cgil tutto ciò si sedimenta negli individui e fa pensare che ci sia davvero un pericolo fascista. Il pericolo non c’è. Sono stati solo 4 imbecilli che hanno fatti io gioco dei nostri avversari. Il fascismo e comunismo sono stati seppelliti dalla storia e non li dobbiamo condannare noi. Bisogna portare le persone a votare. Devono tutti capire che se martedì non cambierà niente non si potranno più lamentare”. Lo ha detto Simonetta Matone, candidata prosindaco per il centro destra, intervenendo alla chiusura della campagna elettorale, a Campo de’Fiori.

Bertolaso: quello che serve per Roma è olio di gomito

“Sono qua a parlavi da cittadino romano innamorato della più bella città del mondo. La mia nipotina mi ha detto che se a Roma ci sarà ancora questa spazzatura lei non vorrà più viverci. Le ho di stare tranquilla, perché se vince Michetti e mi chiederanno di occuparmi della spazzatura, io mi rimetterò in discussione per risolvere i problemi di questa città”. Lo ha detto Guido Bertolaso, durante la chiusura della campagna elettorale del candidato sindaco a Roma per il centrodestra Enrico Michetti. “Si possono fare tante promesse – ha continuato Bertolaso – ma alla fine quello che serve è olio di gomito. Se tu lo vuoi puoi ottenere i risultati più importanti. Questo è il comandamento che attuo ogni giorno. Non chiederti cosa il Paese può fare per te ma cosa tu puoi fare per il tuo Paese, per la città più bella del mondo”.

Berlusconi: a fianco di Michetti, un galantuomo

‘Saremo al fianco di Enrico Michetti, un professionista prestato alla politica, con una grande competenza amministrativa, un uomo perbene, un galantuomo che ama la sua città”. Lo ha detto Silvio Berlusconi in collegamento da Arcore con piazza Campo deì Fiori a Roma per il comizio pro Enrico Michetti. “Grazie a voi tutti e mi rivolgo anche a chi al primo turno elettorale ha fatto scelte diverse, potranno tornare in Campidoglio la competenza, la serietà, l’operosità e la voglia di lavorare ad un progetto di rilancio, con una squadra fatta di amministratori di valore guidati da Michetti. “E allora: voi che avete il privilegio di viverci, voi che amate la vostra città, non potete e non dovete più rassegnarvi al degrado, alla decadenza, alla sporcizia. Non potete rassegnarvi al declino di Roma per decenni di cattiva amministrazione”.

Salvini: la vittoria è a portata di mano

“La vittoria è a portata di mano, secondo me, a questo giro ce la possiamo fare. Daje!”. Lo ha detto Matteo Salvini in collegamento da Varese con il comizio di chiusura della campagna elettorale a sostegno di Enrico Michetti a Roma. ”Come si dice qui a Varese, daje! Facciamo questo piccolo miracolo, anche Davide vinse contro Golia…”. Lo ha detto Matteo Salvini in collegamento con il comizio di chiusura del centrodestra pro Enrico Michetti a Roma.

Meloni: dalla sinistra una campagna elettorale indegna

“E’ stata una campagna elettorale abbastanza indegna, la sinistra ha dato il peggio di sé, per evitare che si parlasse di chi perde il posto di lavoro, di aziende che chiudono, dell’insicurezza che dilaga, degli 80mila clandestini entrati dall’inizio dell’anno, del degrado delle città governate dalla sinistra. Si è spostato il tema, dipingendo l’avversario come impresentabile. Confido i cittadini siano più intelligenti di come li fa la sinistra e che rispondano con il voto di domenica e lunedì”. Lo ha detto Giorgia Meloni a margine del comizio del centrodestra a sostegno del candidato al Campidoglio Enrico Michetti.

 

Per approfondire