Capone (Ugl): bravi Jannacci e Massini, portano sul palco il tema della sicurezza sul lavoro

ugl paolo capone (2)

“Non può passare inosservato il grido di dolore che con la canzone “L’uomo nel lampo” Paolo Jannacci e Stefano Massini lanciano dal palco del Festival di Sanremo 2024. Come sindacato nazionale Ugl apprezziamo molto che sia stato portato un tema così importante come quello della sicurezza sui luoghi di lavoro e sulle morti bianche”. Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario generale dell’Ugl, Unione generale del Lavoro, commentando l’esibizione di Paolo Jannacci e Stefano Massini al Festival di Sanremo 2024.

Capone: c’è ancora molto da fare

“C’è ancora molto da fare. Siamo in presenza di una vera e propria strage quotidiana sul lavoro che non è tollerabile. Anche oggi, l’ennesimo e drammatico incidente sul lavoro. L’Ugl esprime il cordoglio ai familiari dell’operaio che ha perso la vita a Parma travolto da un camion in manovra. La sicurezza sul lavoro è una vera e propria emergenza nazionale, pertanto, occorrono investimenti senza precedenti sulla formazione e sulla prevenzione per impedire simili tragedie” prosegue.

Coinvolgere maggiormente le parti sociali e datoriali

“Bisogna intervenire tempestivamente – aggiunge il segretario dell’Ugl -: attraverso la promozione di una vera e propria cultura della sicurezza intensificando, diligentemente, i controlli, puntando sul coordinamento delle banche dati e coinvolgendo tutte le parti sociali e datoriali per incrementare gli investimenti sulla sicurezza. Condivido la necessità di cantare l’amore per i propri diritti e sostenerli, ciascuno con il proprio ruolo” conclude Capone.

Per approfondire