Catturato il serial killer di Prati: è un pregiudicato 50enne, era sotto l’effetto di stupefacenti (video)

serial killer Prati

Il serial killer di Prati sarebbe stato catturato. C’è infatti un sospetto in Questura a Roma che viene sentito in questi minuti, in relazione ai omicidi delle tre donne avvenuti nel quartiere Prati giovedì scorso.  un cinquantenne italiano con precedenti penali rintracciato in un Bed & Breakfast in via Milazzo, nella zona della Stazione Termini.

La Polizia Scientifica ha perquisito lo stabile di via Milazzo dopo rilievi in un appartamento del primo piano alla scala A. L’uomo fermato alle 5:15 dalla Polizia, sospettato dei tre omicidi, è ancora interrogato dalla Squadra Mobile.

Chi è il 50enne fermato all’alba a Stazione Termini

Dalle modalità degli omicidi, avvenuti in due luoghi vicini, in un breve arco temporale, chi indaga non esclude possa trattarsi di azioni premeditate da serial killer. Il primo delitto si è consumato in via Durazzo: la vittime è stata colpita al torace, probabilmente durante un atto sessuale. In un secondo momento sarebbero state uccise le due donne in via Riboty: l’assassino si sarebbe appartato nella casa al primo piano, forse chiedendo di avere un rapporto sessuale con una delle due donne asiatiche presenti. Poco dopo l’avrebbe aggredita e la seconda vittima sarebbe intervenuta per aiutarla. A quel punto il killer si sarebbe avventato anche su di lei, uccidendola, mentre la prima, nuda, cercava di fuggire prima di essere raggiunta e colpita, ancora, sul pianerottolo.

Le tracce lasciate dal serial killer di Prati

Il passparout per identificare l’uomo che ha massacrato a coltellate Martha Castano Torres, colombiana di 65 anni, e due donne asiatiche, la cui identità deve essere ancora accertata, è dentro una chat presente su una piattaforma per incontri. Si tratta di un sito online utilizzato dalla Castano per fissare i suoi appuntamenti con i clienti. E’ in quei contatti digitali che gli inquirenti hanno trovato gli elementi per dare una svolta alle indagini.

 

Per approfondire