Al Centrodestra basterà diffondere le strambe idee di Letta

Centrodestra Letta

Per vincere le elezioni del 25 settembre al Centrodestra basta diffondere le follie contenute nelle proposte del Pd di Letta.

Un partito e un leader che sono anni luce lontani dalla realtà di un’Italia che teme per il lavoro, le pensioni, il futuro.

Da Letta regalo al centrodestra

E loro, come se nulla fosse accaduto, insistono con le solite “priorità” che davvero sono da psiche: droga libera, ius scholae, matrimonio egualitario. Un regalo al Centrodestra. Che se ne possa discutere è evidente; che debbano rappresentare priorità di governo è semplicemente pazzesco.

Si dirà: vabbè, tanto perdono. Il che è dato per probabile da tutti gli istituti di sondaggi, ma resta comunque un’idea di società assolutamente distante dai bisogni di una Nazione intera.

E ha gioco facile Matteo Salvini a lanciare l’offensiva: “Per Letta e il PD le priorità sono droga libera e cittadinanza facile. Per me e la Lega le priorità sono meno tasse (#FlatTax) e più lavoro (Stop legge Fornero). Ci vediamo il 25 settembre”.

Il che – se vogliamo dirla tutta – è un frontale ben assestato dal capo della Lega al leader del Pd proprio sul fronte delle questioni “vere” del nostro popolo.

E patrimoniale sulle tasse…

Perché non c’è dubbio che Letta non voglia scendere sul terreno delle proposte fiscali, dove è irrimediabilmente minoritario come dimostrano i fischi che ha beccato la sua proposta di patrimoniale per la “dote” ai 18enni. Come inizio di campagna elettorale una topica assoluta.

Il Pd non si pone nemmeno il problema di che cosa succederà a gennaio con le pensioni: rischia di tornare a galla la legge Fornero, uno spettro per milioni di lavoratori. Dalla Lega e dal Centrodestra ci sono proposte per evitare una tragedia sociale, dal Pd il nulla. E per fortuna che era il partito della sinistra…

Si’, facciamole conoscere noi le posizioni di Letta: sarà più facile al Centrodestra arrivare primo il 25 settembre.

Per approfondire