Cinghiali, ecco le piazzole di sicurezza dove gettare la spazzatura

Arrivano anche le piazzole di sicurezza anti cinghiali per gettare la spazzatura. L’idea è del Municipio 15, dove gli ungulati sono numerosissimi. Specie nella parte più periferica del territorio, quella per capirci che confina con il parco di Veio. Ma questi animali, ormai numerosissimi a Roma, hanno anche preso coraggio. E adesso non temono di avventurarsi in zone urbanizzate, vicino alle abitazioni. Spinti essenzialmente dalla possibilità di procurarsi del cibo. E il modo più facile per farlo, rimane certamente quello di razzolare vicino ai secchioni dell’immondizia. Così la giunta di centrosinistra che governa a Roma nord, ha pensato di intervenire. Realizzando una curiosa infrastruttura. Che una volta completata, è circondata con una idonea recinzione, dovrebbe servire a tenere lontani i cinghiali dalla spazzatura. E dai malcapitati cittadini. Che per buttare il loro bravo sacchetto, rischiano ogni volta incontri ravvicinati che volentieri verrebbero evitati.

Adesso i cinghiali prendono anche la metropolitana: Gualtieri non ha cambiato nulla (video)

Le piazzole l’ultima idea del Municipio. Ma sulla cattura dei cinghiali restano le divisioni

La ditta incaricata dall’amministrazione del XV Municipio ha iniziato i lavori per la realizzazione di alcune postazioni anticinghiale per la raccolta dei rifiuti in via Italo Panattoni. “Al tavolo per la gestione del cinghiale con le altre istituzioni – ha spiegato l’assessore alle politiche ambientali Marcello Ribera – abbiamo stabilito alcuni interventi tra cui la realizzazione di ulteriori postazioni e l’installazione di recinzioni anticinghiale in siti sensibili. Il XV Municipio sta provvedendo a predisporre una mappatura di queste aree dove successivamente si provvederà ad intervenire”.

il problema però, restano le catture di questi animali. Che sarebbero anche semplici. Ma poi, in mancanza di siti dove ospitarli, i cinghiali andrebbero quasi inevitabilmente verso l’abbattimento. Ed è qui che il meccanismo si blocca. Perché anche chi non vorrebbe tutti questi ungulati in giro in città, spesso però non accetterebbe una loro fine cruenta. Così, per ora sembra che umani e cinghiali siano destinati a convivere. Magari non davanti ai secchi della spazzatura.

Per approfondire