Clandestini, nove arrivi in poche ore. Basta, altri 1.200 fuorilegge arrivati a Lampedusa

clandestini lampedusa (2)

Basta, italiani col coprifuoco e i clandestini liberi di infrangere la legge sbarcando senza documenti. Nove sbarchi in poche ore senza che nessuno li fermi. Non accenna a fermarsi l’ondata di sbarchi che ha investito nelle ultime ore Lampedusa. Altri due approdi si sono registrati nelle ultime ore. Si tratta di un barcone con 109 uomini, tra cui un bimbo, che non manca mai, e di una carretta del mare con 20 uomini. Con gli ultimi arrivi sale a quota 1.186 il numero complessivo dei migranti giunti sulla più grande delle Pelagie. Un esodo senza sosta con l’hotspot ormai al collasso. E chissà quanti sono positivi.

Meloni: i clandestini vanno fermati

“Non vogliamo abituarci a questo tipo di notizie. L’immigrazione clandestina va fermata. Vanno fermati gli scafisti e le Ong immigrazioniste che speculano sulle tragedie. Come Fratelli d’Italia continuiamo a chiedere al ministro Lamorgese un immediato blocco navale”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, commentando le allarmanti notizie sugli sbarchi a Lampedusa.

Salvini: parlerò con Draghi, non è possibile con gli italiani in difficoltà

“È necessario un incontro col presidente Draghi, con milioni di italiani in difficoltà non possiamo pensare a migliaia di clandestini (già 12.000 sbarcati da inizio anno)”. Lo afferma il segretario della Lega Matteo Salvini, dopo lo sbarco delle ultime ore a Lampedusa. Già, gli italiani in difficoltà. Ma quanto ci costano questi sbarchi, quanto ci costano le navi su cui vengono messi?

Fratelli d’Italia: rimuovere Lamorgese, inadeguata

“Oggi sono quasi mille i migranti sbarcati a Lampedusa, che si aggiungono agli oltre 10mila arrivati illegalmente via mare negli ultimi quattro mesi. Siamo ormai al collasso. E’ evidente l’emergenza in cui sta affondando l’Italia la cui responsabilità ricade completamente sul ministro Lamorgese, palesemente inadeguata a fronteggiare quella che è una vera invasione”. Lo afferma il capogruppo di Fdi al Senato Luca Ciriani. “Addirittura, il Governo Draghi – aggiunge – sta riuscendo a fare peggio di quello immigrazionista di Conte. Bisogna agire subito, non possiamo assistere inermi. Non è più il tempo di riunioni e incontri, il Governo deve agire. Fratelli d’Italia continua a ripetere che l’unico strumento per contrastare questa invasione di massa è il blocco navale, da attuare subito e in accordo con le autorità del Nord Africa”.

Per approfondire