Colosimo: “Di Zingaretti si parla ovunque tranne che alla Pisana”

Colosimo pisana

La denuncia è gravissima e se vera sarebbe il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Buschini, a dover lasciare la guida della Pisana, dice Chiara Colosimo di Fratelli d’Italia.

La battagliera consigliera regionale del partito della Meloni ha raccolto indiscrezioni che l’hanno lasciata basita sulla richiesta di trasparenza per le mascherine di Zingaretti, come è ormai chiamato il nuovo scandalo della regione Lazio.

“Zingaretti non vuole rispondere alla Pisana”

“Gira voce che il presidente del consiglio regionale Buschini, del Pd, non voglia far rispondere Zingaretti, segretario del Pd, alle interrogazioni sul caso mascherine”. La dichiarazione, pesantissima, e’ stata rilasciata proprio dall’esponente di Fdi, denunciando la voglia di troncare ogni discussione su una vicenda gravissima.

Se ne parla ovunque tranne che alla regione Lazio”, sostiene la Colosimo. E in effetti è vero, perché molti giornali stanno facendo emergere ogni giorno tutti i risvolti dello scandalo mascherine e persino telegiornali e trasmissioni di approfondimento. Solo alla Pisana no. Alla Camera Fratelli d’Italia presenta un’interrogazione con il suo capogruppo Lollobrigida e il segretario regionale Trancassini, alla Pisana Zingaretti e Buschini pretendono il silenzio.

“Siamo all’abuso sfrenato di potere”

Durissima l’accusa della Colosimo: “Siamo all’abuso sfrenato di potere, alla cancellazione della trasparenza, alla prepotente omissione della verità”.

E lancia l’avviso finale: “A quale giudice dobbiamo rivolgerci per costringerli a fare il loro dovere in consiglio regionale?”.

Zingaretti e Buschini sbagliano ad agire in questa maniera, se la notizia del rifiuto a far rispondere il governatore in aula alle interrogazioni presentate è vera. Perché vuol dire che la politica rinuncia al suo ruolo e poi non ci si deve lamentare se interviene la magistratura a colmare un vuoto. Che è proprio di trasparenza.

Per approfondire