Comune, nel M5S è tutti contro tutti. E siamo alla paralisi

Ormai sembra proprio che nel Movimento 5 Stelle di Roma si sia arrivati al tutti contro tutti. Tra presidenti di commissione che saltano come birilli. Gruppetti di ‘dissidenti’ che tengono inchiodata la sindaca Raggi sul bilancio per due settimane. Facendo mancare in Aula il numero legale. Presidenti di Municipio come Monica Lozzi passati armi e bagagli con il nuovo movimento fondato da Gianluigi Paragone. Ed ex fedelissimi come il presidente della commissione mobilità Enrico Stefano che non perdono occasione per attaccare la prima cittadina. Principalmente da quando la sindaca uscente ha fatto capire di volersi ricandidare per un altro mandato. Magari senza passare dalla piattaforma Rousseau e dal consenso in rete degli iscritti. Apriti cielo, ed è scoppiata una polveriera. Che ha visto le dimissioni tra gli altri di Donatella Iorio e di Marco Terranova. Dalla presidenza delle rispettive commissioni urbanistica e bilancio. Così il Comune è alla paralisi. A cominciare dalla manovra economica, passata l’altro ieri sul filo di lana. Dopo giorni interminabili di litigi. E allo stadio della Roma. Sarà tutto a posto entro Natale, aveva dichiarato la Raggi. Ma la fronda grillina di quelli che lo stadio a Tor di Valle non lo vogliono e’ più forte e attiva che mai.

https://www.romatoday.it/politica/raggi-movimento-roma-cosa-succede.html

Tutte le spine della Raggi, dalla Tari allo stadio. E in Comune il ‘gruppo dei Cinque’ da’ battaglia

Sono tante le spine che Virginia Raggi deve affrontare in queste settimane. Per sfogliare la rosa che potrebbe riportarla a correre di nuovo per l’elezione a sindaco di Roma. Intanto il documento di previsione di bilancio. Che alla fine è passato per un pelo. Ma che si è rivelato una vera agonia. Specialmente dopo le dimissioni di Marco Terranova dalla presidenza della relativa commissione. E i litigi sulla Tari. Per cui in media i cittadini romani pagano 313 euro a famiglia. Per un servizio di raccolta dei rifiuti che definire scadente è poco. E in Comune ha dato battaglia anche Simona Ficcardi. Altra consigliera pentastellata, eletta con tanti voti  presi a Valle Galeria. E in rottura insanabile con la Raggi dopo la scelta della nuova discarica a Monte Carnevale. Ma fiera resistenza e ‘stata messa in campo anche da Gemma Guerrini, non nuova a posizioni di contrasto con il gruppo consiliare e con la giunta. Insomma, davvero un tutti contro tutti. E le dimissioni della Iorio da presidente dell’Urbanistica hanno gettato altre ombre anche sul progetto dello stadio della Roma. Mentre in Aula Giulio Cesare si sarebbe formato un autentico ‘gruppo ombra’ con almeno cinque dissidenti. Anche se il capogruppo grillino Giuliano Pacetti  nega ogni contrasto. E parla solo di fantasiose ricostruzioni giornalistiche.

https://www.romatoday.it/politica/liti-m5s-roma-blocco-citta.html

Tutti all’attacco di Marcello de Vito. Ma anche la Lombardi frena sulla Raggi

Sarebbero almeno cinque i sicuri ‘frondisti’ in Consiglio comunale. Oltre alla Iorio e a Terranova, farebbero parte di questo gruppo anche l’ex fedelissimo Stefano, Alessandra Agnello e Angelo Sturni. Obiettivo principale, oltre alle critiche per una eventuale ricandidatura della Raggi decisa dall’alto, il presidente dell’Aula Marcello de Vito. Così la sua proposta di delibera sulla costituzione di un Forum per lo sviluppo della città nel ventennio 2030 2050 e’stata affossata con un mare di emendamenti. Nonostante fosse stata presentata in pompa magna dallo stesso presidente con a fianco la Raggi appena un anno fa, nel 2019. Ma sembra davvero passato un secolo in casa grillina. E una big come la Lombardi non più di una settimana fa ha messo la ciliegina sulla torta. Con una dichiarazione al vetriolo ripresa tra gli altri da Roma Today. La sindaca pensa più alla sua carriera che alla sua forza politica, aveva dichiarato la parlamentare pentastellata. Così tra veti incrociati, lotte interne e malumori, l’attività del Comune è praticamente ferma. E i cittadini romani ringraziano.

https://www.google.it/amp/s/amp.romatoday.it/politica/elezioni/roma-2021-comunali/roberta-lombardi-contro-candidatura-raggi.html

Per approfondire