Covid, vogliono riaprire ma i morti aumentano e i contagi sono 16mila

covid lazio e italia

Riaperture in vista, ma il Covid non accenna a rallentare. Sembra quasi che si sia deciso che la pandemia debba finire. Sono 15.943 i nuovi casi di covid riscontrati oggi in Italia dopo aver analizzato 327.704 tamponi, con l’indice positività al 4,86%. Nelle ultime 24 ore si registrano altri 429 morti, che portano il totale delle vittime a 116.366 da inizio pandemia. Scendono ancora i ricoveri in terapia intensiva, dove ci sono adesso 3.366 persone (-51 da ieri), con 199 nuovi ingressi giornalieri. I guariti in totale sono 3.218.975 (+18.779), gli attualmente positivi 506.738 (-3.285). Questi i dati odierni del bollettino sui contagi covid, elaborato dal ministero della Salute, consultabile sul sito della Protezione civile.

Nel Lazio continuano ad aumentare i contagi

“Oggi nel Lazio, su oltre 17mila tamponi (+1.232) e oltre 20mila antigenici per un totale di oltre 37mila test, si registrano 1.474 casi positivi (+144), 39 decessi (-7) e +1.053 guariti. Aumentano i casi, mentre diminuiscono i decessi, le terapie intensive e i ricoveri. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 3%. I casi a Roma città sono a quota 700″. Lo ha reso noto l’assessore alla Sanità e Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale Covid-19 con i direttori generali di Asl e aziende ospedaliere, policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Nelle province si registrano 301 casi e sono 7 i decessi nelle ultime 24 ore.

Non si ferma la strage dei medici: sono ora 357

Purtoppo però quella che non si ferma è la strage dei medici nel nostro Paese. Molti morti proprio nella lotta al Covid. Salgono a 357 i medici morti in Italia durante la pandemia di Covid-19. Francesco Megale, reumatologo, in pensione da tempo, è l’ultima vittima ricordata nell”elenco caduti’ aggiornato dalla Fnomceo, la Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri.

Per approfondire