Dalla sconfitta con l’Arabia Saudita al tetto del mondo: la parabola dell’Argentina di Messi

leo messi

Lionel Messi con un abito consegnato dall’Emiro realizza il suo sogno da bambino bacia, accarezza e poi solleva al cielo la Coppa del Mondo di Qatar 2022. L’Argentina è campione del mondo per la terza volta nella sua storia. L’albiceleste guidata da Leo Messi, passa dal ko in apertura di torneo con l’Arabia Saudita, alla vittoria finale, per 7-5 ai calci di rigore contro la Francia ai mondiali di Qatar 2022 e riporta il titolo in Argentina dopo 36 anni, da Messico 1986 quando Maradona regalò il sogno. Messi dopo Maradona regala un titolo mondiale al popolo argentino dopo la Coppa America, e si conferma, a 35 anni, ancora il giocatore più forte del mondo. Una gara perfetta quella preparata dal ct Lionel Scaloni (sarà un caso il nome dei due), almeno per 80′ e poi nei supplementari, che fa il bis dopo la Copa America nel 2021.

L’Argentina raggiunta dalla Francia a dieci minuti dalla fine

L’Argentina ha dominato la gara fino all’80’ in vantaggio per 2-0 viene raggiunta dalla doppietta di Mbappè che in minuto distrugge le certezze della squadra di Scaloni e trascina la gara ai supplementari. Nell’ovetime però Messi si riaccende e regala con la rete del 3-2 ma ancora Mbappè su rigore trascina la Francia sul 3-3 ai calci di rigore. Messi e il francese non sbagliano ma gli errori dal dischetto di Coman e Tchouameni regalano il titolo all’Argentina e tutti scoppiano in lacrime.

A decidere la sfida Messi con la sua doppietta e Di Maria i

A decidere la sfida Messi con la sua doppietta e Di Maria i due giocatori simbolo di questa squadra. Il primo ad illuminare e siglare il vantaggio su calcio di rigore al 23′ del primo tempo e il gol vittoria al 109′ ai tempi supplementari e il secondo a correre sulla fascia, ottenere il penalty per un fallo subito da Dembelè per il primo gol e realizzare la rete del 2-0 al 36′ sempre della prima frazione. Ángel Di María (34 anni e 307 giorni) e Lionel Messi (35 anni e 177 giorni) diventano così due dei tre più vecchi giocatori ad aver segnato in finale dei Mondiali, dopo Nils Liedholm (35 anni e 246 giorni). A poco alla fine è servita la tripletta di Mbappè all’80’, all’81’ e al 118′.

Le parole profetiche di Maradona

“Vorrei che Messi avesse lo stesso impatto e che ricoprisse lo stesso ruolo di protagonista che io ebbi al Mondiale del 1986. Gli auguro di diventare il migliore di tutti i tempi”. Parole di Diego Armando Maradona, pronunciate nel 2010 che mai furono più profetiche anche se a distanza di tanti anni. Leo Messi come leader e punta di diamante della Seleccion, a 35 anni, conquista il suo primo titolo Mondiale portando a tre quelli dell’albiceleste dopo quello del 1978 e quello vinto da Maradona nel 1986.

Sono infatti passati 36 anni dall’ultima volta che l’Argentina ha vinto la Coppa del Mondo, in Messico 1986, guidata da Maradona, con il 10 dietro le spalle, come Lionel Messi, leader in Qatar 2022, con i suoi sei gol e il record di 26 presenze ai Mondiali. Da leader Messi in Qatar 2022, ha messo di nuovo in mostra la sua classe con la doppietta in finale.

Leo Messi il miglior calciatore del Mondiale

Lionel Messi è stato designato come il miglior giocatore del Mondiale di Qatar 2022. Il numero 10 dell’Argentina campione del mondo si regala così il doppio riconoscimento. Il titolo di miglior cannoniere va invece al francese Kylian Mbappé con 8 reti, compagno di club al Psg. Mentre il premio come giovane va all’argentino Enzo Fernandez classe 2001 centrocampista del Benfica. Quello di miglior portiere è sempre argentino, Emiliano Martinez, estremo difensore dell’Aston Villa.