De Luca sfotte Zingaretti: “Prima dormono in piedi, poi imitano la Campania…”

vincenzo de luca

Vincenzo De Luca ne ha per tutti, e in particolare per Zingaretti. “Ponza e Ventotene? Capita sempre così, prima dormono in piedi e poi copiano quanto ha fatto la Campania con un mese di ritardo”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, commentando quanto dichiarato dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti sulla volontà di vaccinare l’intera popolazione delle isole Ponza e Ventotene, così come fatto in Campania con Procida e con le vaccinazioni in corso a Capri e Ischia.

De Luca, noi andiamo avanti, tra un po’ ci arriveranno pure a Roma…

“Ormai abbiamo immunizzato Procida – ha spiegato De Luca – in settimana completiamo Capri, che sarà un altro momento di grande promozione del turismo campano e italiano, e la settimana successiva Ischia. Poi proseguiremo con le costiere, sorrentina e amalfitana, il litorale Domizio, i Campi Flegrei. Faremo quello che abbiamo deciso di fare, cioè dare la priorità al comparto turistico-alberghiero per evitare di perdere milioni di turisti nella stagione estiva. Andiamo avanti sulla nostra linea, fra un mese ci arriveranno pure quelli che stanno a Roma”.

La comunicazione televisiva nazionale ci censura

Sulla Campania “c’è una sorta di censura nella comunicazione nazionale”. Ne è certo De Luca. Oggi, inaugurando l’hub vaccinale dedicato ai lavoratori del trasporto pubblico nella stazione Eav di Porta Nolana, De Luca ha ricordato l’inaugurazione dell’enorme centro vaccinale realizzato nell’hangar Atitech a Capodichino: “Un hub vaccinale interaziendale enorme e bellissimo – ha detto De Luca – ma nella comunicazione televisiva nazionale se ne sono dimenticati”.

De Luca: Tutte le attenzioni concentrate su Roma

“Abbiamo assistito per ore e ore – ha aggiunto – ai servizi televisivi, soprattutto delle emittenti pubbliche, che riguardavano un piccolo centro che si era fatto a Roma. Con ore e ore di dichiarazioni del commissario dottor Figliuolo che, anziché impegnarsi a mandare i vaccini in Campania, se ne va in giro per l’Italia a perdere tempo nelle cose inutili. Ieri a Napoli è stata fatta una cosa stupenda e non se ne sono neanche accorti.

Ma non c’è problema, siamo abituati, l’importante è arrivare al risultato  Abbiamo deciso che immunizziamo Napoli entro luglio, arriveremo a farlo. Abbiamo deciso di immunizzare le isole, lo abbiamo fatto. Abbiamo deciso di dare priorità al comparto turistico-alberghiero e del trasporto pubblico dopo l’apertura delle scuole, lo abbiamo fatto”, ha concluso De Luca.

Per approfondire