Domani i funerali di Maceratini. La commozione della destra italiana

funerali maceratini

Si svolgeranno domani alle ore 15 nella chiesa di San Francesco a Ripa a Roma, i funerali di Giulio Maceratini, l’ex parlamentare di Msi e An morto ieri all’età di 82 anni. Cordoglio unanime da tutto il mondo della destra italiana per la scomparsa di uno dei protagonisti della battaglia missina negli anni in cui schierarsi era sconsigliabile. “Un altro grande protagonista della Destra italiana ci ha lasciato. Giulio Maceratini è morto dopo una malattia che lo aveva sottratto da tanto tempo alla politica e alla sua comunità. Il suo ricordo rimarrà indelebile in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di apprezzarne l’intelligenza acuta, la cultura brillante e soprattutto il senso profondo dell’appartenenza”.

Valentino (An): Maceratini sempre coerente

Così in una nota l’avvocato e senatore Giuseppe Valentino, parlamentare dal 1996 al 2013 e attualmente Presidente della Fondazione Alleanza Nazionale. “Sempre coerente con i principi che avevano ispirato la sua vita politica, Maceratini era comunque disponibile al dialogo con gli avversari – aggiunge Valentino -. Profondamente convinto che solo attraverso il confronto delle idee si sarebbe potuto raggiungere sintesi virtuose utili all’Italia. E’ questo l’insegnamento profondo che lascia a tutti noi: impegno massimo a comprendere proposte e idee di tutti avendo sempre presente i valori e i principi che ci hanno ispirato fin dagli anni della giovinezza, quando decidemmo di partecipare alla vita politica del nostro Paese”, conclude.

Gasparri (FI): riferimento in piazza e in parlamento

Il suo collega di tante battaglie nel Msi e in An Maurizio Gasparri lo ricorda. “Ricordiamo con commozione Giulio Maceratini protagonista assoluto della Destra politica italiana. Riferimento per tanti nella militanza politica e nell’azione parlamentare che lo ha visto protagonista alla Camera e al Senato, dove fu capogruppo di An. Contribuì alle svolte per la modernizzazione della Destra. Anche come avvocato fu protagonista nel mondo forense e negli organismi dell’avvocatura. Giulio Maceratini è stato un uomo saggio e generoso, sempre pronto a trovare soluzioni politiche, aperto all’ascolto e prodigo di consigli. Un amico per tanti, un esempio per tutti”. Lo dichiara il senatore di Forza Italia.

Meloni e Rampelli (FdI): gli dedicheremo le nostre vittorie

Anche Fratelli d’Italia partecipa al dolore della comunità umana e politica cui apparteneva Maceratini. “Ci ha lasciato Giulio Maceratini, indimenticato protagonista della destra politica italiana ed esempio di coerenza e grande umanità. Da me e da Fratelli d’Italia cordoglio e vicinanza alla sua famiglia”. Lo dichiara Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia. Le fa eco Fabio Rampelli, vice presidente della Camera (Fdi). “Uomo d’altri tempi, signorile, elegante, ma sempre animato da grande determinazione e incrollabile coerenza. A destra da sempre e per sempre, dal Msi ad An. La Repubblica italiana perde un suo uomo di punta, così come la destra avrà il fianco scoperto a causa del vuoto lasciato da una generazione che ha fatto la storia e sapeva raccontarla con sobrietà. L’esatto opposto di tanti che costruiscono poco e raccontano troppo. A lui dedicheremo le nostre vittorie”.

La Russa e Barbaro: grande perdita

“Ricorderemo Giulio Giulio Maceratini come un amico e soprattutto come un grande esponente di una destra che non si era arresa e capace di preparare il futuro. Un abbraccio alla moglie e a tutti i suoi familiari”. Cosi Ignazio La Russa, vicepresidente del Senato e senatore di Fratelli d’Italia. “Ci ha lasciato Giulio Maceratini. Non trovo le parole per descrivere questa grande perdita. Padre putativo dell’Asi e di tanti di noi. Le bandiere del nostro Ente si inchinano mestamente, con dolore e immenso rispetto. È veramente una brutta notizia . Riposa in pace Giulio”. Lo scrive su Facebook il senatore Claudio Barbaro (Lega).


Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *