Droga a domicilio, preso lo spacciatore pony express

Roma, volante della Polizia di Stato azione, foto generica

Era veloce e puntuale. Prendeva le prenotazioni via telefono e portava la merce a casa. Pagamento alla consegna: ma non si trattava di un deliveroo o di un pony express ma di una spacciatore a domicilio che invece di sushi e pizza portava cocaina e crack a casa dei tossici dell’Appio. La sua fiorente attività di corriere a domicilio, però, è finita venerdì sera quando gli agenti del Commissariato di zona lo hanno bloccato e arrestato assieme a un complice.

Commissariato Appio Nuovo

Gli agenti del Commissariato Appio Nuovo, infatti, nel corso di un’attività info-investigativa, sono venuti a conoscenza di un’attività di spaccio “a domicilio”: un 53enne italiano consegnava sostanza stupefacente direttamente a casa dei clienti e tornava poi a rifornirsi e a lasciare il guadagno delle vendite effettuate presso l’abitazione di un 44enne italiano, il quale aveva la funzione di custode della droga.

L’abitazione deposito

I due, dopo essere stati osservati dai poliziotti per diverso tempo, sono stati fermati. È stata poi effettuata una perquisizione domiciliare, dove sono stati rinvenuti circa 160 grammi tra cocaina e crack, la somma di 2.520 euro, suddivisi in banconote di diverso taglio, e materiale per il confezionamento e la vendita della droga, il tutto occultato all’interno di un mobile posto nel salone. I due uomini sono stati poi arrestati.