Droga, minacciavano i parenti per avere i soldi: arresti a Roma e provincia

droga

I Carabinieri della Stazione Roma Garbatella hanno arrestato un romano di 30 anni, già noto alle forze dell’ordine, con le accuse di maltrattamenti contro familiari, estorsione e porto di armi e oggetti atti ad offendere. L’uomo si è presentato a casa della madre 54enne, particolarmente alterato, per chiederle dei soldi per comprare la droga. La donna, vista la situazione, gli ha dato quello che poteva (poche decine di euro), ma il figlio, che inizialmente se ne era andato dall’abitazione, non soddisfatto della somma che la madre gli aveva lasciato è tornato indietro. La 54enne, non avendo altri soldi a disposizione, non ha potuto accontentare il figlio che, di tutta risposta, ha iniziato a urlare e minacciare la madre, scagliandosi violentemente sulla porta di casa nel tentativo di sfondarla.

Alla Garbatella, il 30enne minacciava la madre

A quel punto la donna, dopo essersi barricata in casa, ha chiesto aiuto telefonicamente al suo ex marito. Quest’ultimo ha immediatamente contattato il Comando della Stazione Carabinieri Roma Garbatella. I militari, ricevuta la segnalazione, si sono precipitati in aiuto della donna e arrivati sul posto, hanno bloccato il 30enne, che era ancora lì. Nella borsa che aveva con sé i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato un coltello. Dopo l’ennesimo episodio di violenza da parte del giovane, la donna ha deciso di denunciare il figlio. Il 30enne è stato arrestato e portato a Regina Coeli, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

A Zagarolo padre minacciava la figlia per la droga

Episodio inverso, invece, sabato notte. I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Frascati hanno denunciato a piede libero un romano di 37 anni. L’uomo è un pregiudicato e attualmente sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per pregressi reati, con l’accusa di estorsione.

L’uomo, residente in località Valle Martella, ha chiesto insistentemente alla figlia di 16 anni con cui convive di dargli dei soldi che gli sarebbero serviti per comprare della droga di cui aveva assolutamente bisogno, ma ottenuti ripetuti dinieghi, ha pensato bene di scagliare la sua rabbia sulle suppellettili dell’abitazione, terrorizzando la figlia che, a quel punto, ha preferito consegnare al padre il denaro in suo possesso, poco più di 20 euro, pur di farlo calmare. I Carabinieri, arrivati sul posto e ricostruito quanto era appena accaduto, hanno denunciato il 37enne per estorsione.

Per approfondire