Droga senza confini: 12 arresti dei carabinieri, tutti senza fissa dimora e con precedenti: ma erano fuori…

droga carabinieri

Dodici persone arrestate nelle ultime ore a Roma per droga. Risultato dei controlli compiuti dai carabinieri del Comando Provinciale, coordinati dalla Procura capitolina, dal centro storico alle periferie. A Tor Bella Monaca, i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato, un cittadino del Marocco di 24 anni disoccupato e con precedenti.Notato dai militari aggirarsi con fare sospetto e trovato in possesso di un machete, sequestrato. A seguito della perquisizione domiciliare i militari hanno rinvenuto un panetto di hashish del peso di circa 80 grammi, e la somma contante di 1645 euro. Dagli accertamenti emergeva che l’abitazione dove dimorava il 24enne, di proprietà del Comune di Roma, era stata occupata abusivamente dallo straniero, che tra l’altro risulta già essere stato denunciato in passato per lo stesso motivo.

Spaccio a Tor Bella Monaca e a Santa Maria Maggiore

Sempre a Tor Bella Monaca, i Carabinieri hanno arrestato un 48enne romano fermato per un controllo in via dell’Archeologia e trovato in possesso di 7 dosi di eroina e 3 dosi di hashish. Invece in zona Termini, i Carabinieri hanno bloccato due cittadini tunisini di 28 e 29 anni, entrambi senza fissa dimora e con precedenti. Sorpresi mentre cedevano una dose di hashish a un soggetto che è stato identificato e segnalato. A seguito delle perquisizioni personali i militari hanno rinvenuto nella disponibilità di entrambi, circa 30 grammi di hashish. In zona Santa Maria Maggiore, i militari hanno arrestato un cittadino del Gambia di 39 anni, senza fissa dimora e con precedenti, mentre cedeva una dose di hashish a un soggetto che è riuscito a dileguarsi. I militari hanno rinvenuto e sequestrato circa 10 grammi di hashish.

Un albanese e un senegalese trovati con la droga nascosta addosso

In via Mezzenile, zona La Storta, i militari a seguito di un controllo hanno arrestato un cittadino albanese di 27 anni. Anche lui senza fissa dimora e con precedenti, sorpreso con addosso circa 5 grammi di cocaina, materiale per il confezionamento delle dosi e la somma contante di 1140 euro, ritenuto provento della pregressa attività di spaccio. I Carabinieri di piazza Dante nell’effettuare un controllo in un bar di via dell’Esquilino, hanno proceduto al controllo anche di un cittadino senegalese di 23 anni. Notato in atteggiamento sospetto, senza fissa dimora e con precedenti, trovato in possesso di una dose di crack di 1,5 grammi nascosta negli slip. Il giovane arrestato e la droga sequestrata assieme alla somma contante di 560 euro.

Gambiano spacciava eroina a Casal del Marmo

Un 32enne romano, che viaggiava in scooter è stato fermato dai Carabinieri a un controllo e trovato in possesso di un involucro contenente 11 g. di hashish. A casa dell’uomo i militari hanno poi rinvenuto ulteriori 5 g. della medesima sostanza, una dose di cocaina e 2 bilancini di precisione. In via Gorlago, poi, a Casal del Marmo, i militari arrestavano un gambiano di 27 anni, senza fissa dimora e con precedenti. Bloccato mentre cedeva un involucro di eroina di 1,3 grammi a un romano. Nella perquisizione, il 27enne trovato in possesso di ulteriori 29 involucri di eroina. In manette è finita anche una 42enne romana, con precedenti, notata mentre cedeva dello stupefacente. A seguito della perquisizione personale e domiciliare, i militari hanno rinvenuto e sequestrato 2 grammi di cocaina, 3 bilancini e oltre 1000 euro in contanti.

In zona termini beccato un egiziano

In manette anche un 49enne romano arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro perché trovato in possesso di 7 g di cocaina. Infine, in via Gioberti, i militari hanno arrestato in flagranza di reato, un 23enne egiziano, senza fissa dimora e con precedenti. Sorpreso a cedere dello stupefacente a una persona identificata e segnalata. Sequestrate in totale 2 dosi di hashish del peso di 3 grammi circa e la somma contante di circa 140 euro, provento della pregressa attività illecita. Tutti gli arresti convalidati.

Per approfondire