E’ ora di riaprire le ferrovie dimenticate: come la Formia-Gaeta

ferrovie formia-Gaeta (2)

Ferrovie dimenticate nel Lazio, ma quante sono? Si torna ora a parlare della Formia-Gaeta, che sarebbe utilissima per decongestionare un tratto della costiera pontina ad alta frequentazione. A differenza della Priverno-Terracina, bloccata da un ridicolo masso da circa otto anni, la ferrovia di Formia-Gaeta caduta in disuso, sembra ora in via di ricostruzione per volontà di pochi. La Regione Lazio, vera nemica dello sviluppo del Lazio, la promette da circa 25 anni, e sempre in occasione di ogni tornata elettorale che adesso tocca a Fondi. Infatti puntualmente ai primi di giugno c’è stata l’immancabile passerella, l’ennesima cerimonia, hanno strombazzato la realizzazione imminente ma…

La Formia-Gaeta decongestionerebbe il traffico

Sulla estrema esigenza di mobilità nel golfo (visto che di piccoli traghetti non vogliono sentir parlare) non si discute ma la notizia del treno delle elezioni ormai non impressiona più nessuno. Giusto l’anno passato in occasione delle Europee, la fantomatica tratta ferroviaria del Golfo, era tornata in auge. “La nuova realizzazione è fortissimamente voluta dal Presidente del Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Sud Pontino, Forte che ha anticipato” faccia” e risorse, ma come di solito alla passerella per la presentazione del progetto di completamento, tutti sono stati presenti, compreso il Governatore Zingaretti. Pare l’ennesima fanfaronata politica sulle spoglie della Littorina.

Finora ripristinati 6 chilomentri su 9

In verità esiste un finanziamento di 10 milioni di euro. Reso disponibile attraverso una Convenzione sottoscritta il 21 gennaio del 2019, fra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Regione Lazio e Consorzio di Sviluppo Industriale Sud-Pontino (stazione appaltante). Il Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Sud-Pontino si è fatto carico dei lavori finanziati dalla Regione Lazio. Tali lavori furono avviati nel 2008. A oggi hanno prodotto il ripristino di 6 dei 9 chilometri totali della linea. Il suo completamento consentirà il collegamento diretto fra le stazioni di Formia e di Gaeta. Favorendo l’alleggerimento della rete stradale, soprattutto in nome della vocazione turistica del litorale pontino.

Pare che il piazzale della stazione di Gaesta sia stato venduto

Gli spostamenti delle persone dovrebbero essere sempre più veloci, comodi e sicuri. Il prossimo passo potrebbe essere quello di utilizzare questa infrastruttura alla connessione con la rete ferroviaria nazionale. In questo modo si renderebbero possibili maggiori spostamenti di persone e merci. La cifra di 10 milioni di euro, sarà erogata nella misura di 3 milioni nel 2020, 5 milioni nel 2021 e 2 milioni nel 2022. A seguito della firma della Convenzione nel gennaio 2019, la Regione Lazio ha erogato l’anticipo di 1 milione di euro. Purtroppo si apprende che a un mese dopo dopo l’ennesima posa della “prima pietra”, sembra che il piazzale della stazione di Gaeta, non sia più disponibile. Perché è stato venduto ad una società immobiliare. Cosa succederà? E’ l’ennesima beffa per i cittadini?

Per approfondire

Comments are closed.

Commenti

  • Raf65 scrive:

    Solo in questo paese e purtroppo nel meridione accadono cose “grottesche”.
    Comunque questa linea sarebbe utilissima per il servizio pax. Occorrerebbero 4 automotrici e 2/3 rimorchiate. In linea almeno due fermate una con incrocio.