Ecco le risorse della Boldrini. L’ivoriano che si cucina il suo gatto fa inorridire l’Italia (video)

Ecco le risorse che secondo gli esponenti della sinistra radicale dovrebbero aiutare l’Italia ad uscire dalla crisi. Rilanciare l’economia, fare figli e lavorare nei campi. Tutte cose che noi non facciamo quasi più. Ma quello che è successo alla stazione di Campiglia Marittima tre giorni fa sta ancora suscitando una grande emozione. Il video del giovane ventunenne della Costa d’Avorio che arrostisce il suo gatto su un barbecue di fortuna infatti ha suscitato orrore in tutta Italia. A cominciare dalle grida disperate della signora che per prima proprio nella stazione della Toscana si è accorta dell’orrore che si stava consumando. E ha filmato il tutto. Ma per il migrante non è cambiato nulla. E ha continuato nella sua attività oscena e crudele. Tra lo sdegno dei cittadini presenti e dei passanti. E fino all’arrivo delle Forze dell’Ordine, che lo hanno arrestato. Ma l’uomo rischia di non andare incontro a nessuna pena. Infatti esiste un articolo, il 544 bis del  codice penale. Che vieta in Italia la pratica dell’uccisione di animali domestici e della loro cottura. Anche a scopo alimentare. Con pene severe, che prevedono la reclusione fino a due anni. In questo caso però la sanzione potrebbe non scattare, considerando che l’uomo ha dichiararlo di avere fame. E di trovarsi in stato di necessità. Peccato però che avesse con se’ il suo bel pacchetto di sigarette. Forse quei soldi li avrebbe potuti utilizzare per mangiare. Prima di uccidere e cuocersi il proprio gatto.

Se le risorse dell’immigrazione sono queste stiamo a posto. Ora cosa dicono la Boldrini, la Brambilla e la Bellanova?

Dove è finita la sinistra animalista? Quella che difende con tanto amore i nostri amici a quattro zampe. Ma che è rimasta muta in occasione di questa ultima barbarie. Perché non ci sono altri termini per denunciare l’orrore del cittadino africano che ha ucciso il suo stesso gatto. E se lo è cotto alla stazione ferroviaria di Campiglia. Così oltre all’indignazione dei presenti e di tantissimi cittadini in rete, le proteste ufficiali sono arrivate dalla candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Toscana Susanna Ceccardi. E’ sconvolgente, ha dichiarato la Ceccardi sulla sua pagina Facebook. Come si può arrivare a tanta crudeltà? È questo lo stile di vita che dovremmo seguire? E sono subito seguite le dichiarazioni di Salvini e della Meloni. Ho sentito che l’autore di questo gesto ignobile sarebbe stato arrestato, ha detto il leader della Lega. Bene, ora spero che gli sia inflitta una pena esemplare. E Giorgia Meloni ha rincarato la dose. Per questo delinquente tolleranza zero. Ma dalla sinistra abbiamo registrato un silenzio assordante. Così qualcuno se ne è accorto. E ha postato un video chiedendo spiegazioni.

https://it.blastingnews.com/politica/2020/06/livorno-meloni-indignata-immigrato-cuoce-povero-gattino-per-lui-tolleranza-zero-003164838.html

Amo l’Italia. Il libraio ambulante Davide Marino attacca la sinistra per le rime. Ma le Sardine difendono l’immigrato che ha cucinato il suo gatto

Lui si chiama Davide Marino. E come dice sul suo profilo Facebook è uno spacciatore di cultura. Vende libri nei mercatini e ama l’Italia sopra ogni cosa. Così Davide ha voluto registrare un video. Dove si chiede cosa stiano facendo la Boldrini, la Bellanova e il ministro Lamorgese. Dopo la vergogna di un gatto cotto in pubblico da un immigrato africano a Campiglia. Sono queste le loro risorse, attacca questo cittadino. Un uomo come tanti altri, che però non è voluto testare in silenzio. Il ministro dell’Interno, le animaliste come la Brambilla. La Bellanova. Nessuno dice niente. È vergognoso quello che è successo, e non meritiamo di vivere in un’Italia ridotta così. Impossibile dargli torto. Anche perchè qualcuno come le Sardine ha pensato addirittura di giustificare il folle gesto. Aveva fame, ha dichiarato un esponente del movimento. Vergogna. Perché anche nella dialettica politica c’è un limite della decenza che non dovrebbe mai essere superato.

La risorsa si fa una cena con un gatto in stazione e tutti muti la Boldrini , gli animalisti , la Brambilla , ecc. ,X la sinistra i problemi sono Calimero , Via col vento , i cioccolatini Moretti, ecc. Siete il nulla mischiato con il niente .

Pubblicato da Amo l'Italia su Mercoledì 1 luglio 2020

 

 

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *