Enrico Montesano con la maglietta della Decima Mas fa infuriare Lucarelli, Mannoia, D’Amato e compagni

Montesano Decima Mas

Enrico Montesano torna nella bufera dopo le polemiche durante la pandemia per le sue posizioni contro la vaccinazione obbligatoria e i green pass. Alle prove dell’ultima puntata di Ballando con le stelle su Rai1, l’attore romano si è presentato indossando una maglietta nera con il simbolo della Decima Mas, il reparto d’assalto della Marina militare (Motoscafo armato silurante) in uso nella Grande Guerra, medaglia d’oro al valore militare, fiore all’occhiello della Marina Militare, e con il motto dannunziano “Memento audere semper”.

La denuncia sui social è partita dalla solita Selvaggia Lucarelli. Blogger nonché giurata proprio di Ballando con le Stelle. “Dalle immagini di ieri vedo Montesano fare le prove di “Ballando” con la maglietta della Decima Mas – scrive Lucarelli – che, se a qualcun sfugge, è una formazione militare che ha combattuto accanto ai nazisti contro i partigiani, nonché simbolo del neofascismo”. A chi le chiede perché non glielo ha fatto notare nella diretta di sabato sera, Lucarelli risponde: “Non me ne ero accorta”. Tra i commenti al tweet della giornalista c’è anche quello di Fiorella Mannoia. “Ma sì, ora va bene tutto, divise naziste scambiate per travestimenti di carnevale, saluti romani, commemorazioni fasciste, faccette nere, che vuoi che sia un nostalgico attore con una maglietta della 10ma Mas. Pure te che vai a guarda’”, ha scritto ironica.

“Buona domenica amici! Le fesserie e le strumentalizzazioni lasciamole agli altri!”. Così, mostrando sul suo canale Telegram una foto che lo ritrae mentre mostra la tessera del Psi datata 1976, alle sue spalle un’immagine di Che Guevara, Enrico Montesano replica alle polemiche scoppiate dopo che Selvaggia Lucarelli ha denunciato su Twitter che l’attore indossava una maglietta con i simboli della Decima Mas durante le prove di Ballando con le stelle.

Sulla vicenda si scomoda persino l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “È una vergogna la provocazione di Enrico Montesano prima no vax ora nostalgico del ventennio, che si presenta con la maglia della X mas. Ma che ci ha preso per cretini, una trasmissione bellissima e nazional popolare non può mandare messaggi di questo tipo, i vertici della RAI devono intervenire. Roma è città Medaglia d’Oro della resistenza, forse Montesano se lo è scordato”. Segno che la campagna elettorale per la Regione è ufficialmente iniziata.

Per approfondire