Festeggiamenti e intemperanze nella notte a Roma: l’episodio più grave all’Altare della Patria

altare patria tifoso (2)

Festeggiamenti ma anche intemperanze in tutta Italia dopo la vittoria degli Azzurri a Londra. Nella Capitale si è verificato un fatto clamoroso. Un tifoso che indossava una maglietta degli azzurri ha scavalcato la recinzione che delimita l’Altare della Patria a piazza Venezia, tentando di avvicinarsi al monumento al Milite Ignoto. Come è noto, il monumentoiè protetto da una recinzione ed è vigilato costantemente da due militari. La bravata però è durata pochi secondi, perché uno dei due militari lo ha allontanato puntandogli addosso il mitra di ordinanza. Lo riferisce il quotidiano romano Il Messaggero. Il monumento è il simbolo che rappresenta tutti coloro che sono morti in un conflitto e che non sono mai stati identificati.

All’Altare della Patria un tifoso allontanato da una sentinella

Il giovane cadetto della Marina Militare – riferisce ancora il quotidiano della Capitale – ha lasciato il suo posto accanto al monumento per convincere il ragazzo ad allontanarsi tenendo il mitra in mano. Il tifoso a quel punto si è spaventato e si è reso coso delle conseguenze della sua bravata. Quindi è corso così fuori dalla scalinata, ma è stato immediatamente fermato e portato in commissariato dove è stato identificato e denunciato. Il ragazzo, visibilmente scosso e con le mani alzate, è sceso dalla scalinata seguito dal militare armato. Il video è finito sul profilo Instagram di Welcome to Favelas che lo ha rilanciato. A quanto ci risulta, le armi in dotazione alle due sentinelle sono scariche, pertanto il ragazzo non è mai stato in pericolo.

Tuffi nella Fontana di Trevi

Sono stati oltre cento gli interventi della Polizia Locale nella notte, in occasione della finale del Campionato Europeo di calcio. A Fontana di Trevi gli agenti del I Gruppo Centro, intorno all’1,30 hanno fermato un uomo di 32 anni intento a tuffarsi in acqua. Sempre per lo stesso motivo, poco dopo gli agenti hanno bloccato una seconda persona. Entrambe sono state sanzionate ai sensi del regolamento di polizia urbana. Nei loro confronti è stata applicata anche la misura dell’ordine di allontanamento. Ci sono stati anche lanci di bottiglie contro le forze dell’ordine a Trastevere.

Incendio su un camion dell’Ama, forse un petardo

Intorno alla mezzanotte e mezza durante i festeggiamenti per la vittoria della nazionale Italiana dei campionati europei di calcio a Roma in via Marsala il carico di carta di un’autocarro dell’Ama è stato incendiato forse dal lancio di un petardo. Le fiamme sono state subito spente dai vigili del fuoco. Il veicolo, apparentemente, non ha riportato danni e l’incendio ha interessato solo il carico di carta. Sull’episodio indagano i Carabinieri del Nucleo Scalo Termini.

Per approfondire