Fiamme sul GRA e a Pratica di Mare. Raggi, dov’è la task force contro gli incendi? (video)

Ancora fiamme, ancora traffico bloccato e colonne di fumo nero ed acre sparse in atmosfera. Purtroppo questa estate vissuta nell’angoscia del covid i Romani se la ricorderanno anche per l’emergenza incendi. Una serie pressoché infinita di roghi, che si sono sviluppati tra luglio e agosto da una parte all’altra della Capitale. Senza soluzione di continuità. Spesso per l’incuria e il degrado nei quali è stata lasciata la nostra città. A cominciare dalle tante sterpaglie non falciate e non messe in sicurezza. E così basta una cicca gettata dall’auto da qualche incivile e poi il caldo e il vento fanno il resto. E inevitabilmente scoppia l’incendio. Ma alcuni roghi sembra proprio che siano di origine dolosa. Appiccati da piromani. O più realisticamente, da criminali. Magari legati a quel giro losco dei rifiuti tossici. Fatti bruciare e scomparire per sempre. Spesso all’interno di qualche campo nomadi fuori controllo. Alla faccia della salute, e di tutta la porcheria che ci respiriamo. Perché ci si infetta anche così. E a far male alla salute pubblica non c’è solamente il coronavirus. Ieri intanto a  bruciare sono stati via di Pratica di Mare e il GRA a Roma nord.

A via di Pratica di Mare tre roghi dolosi. Strada chiusa e traffico impazzito

Iniziamo con il racconto assurdo di quanto è avvenuto ieri all’altezza di Pratica di Mare. Lungo la strada che si stacca dalla via Pontina e che porta all’ononimo borgo medievale e poi agli arenili poco distanti. Verso le 14 di sabato 22 agosto sono divampate fiamme altissime in un tratto della strada. Domate in fretta per l’intervento tempestivo di ben tre moduli della Protezione civile. Ma proprio mentre pompieri e volontari erano all’opera, si è acceso un nuovo focolaio. Poco distante, probabilmente per mano dello stesso piromane. Nuovo intervento quindi, e incendio domato anche stavolta. Ma evidentemente il folle criminale – perché sembra accertata l’origine dolosa delle fiamme – non si è dato per vinto. Ed è andata a fuoco una terza zona, proprio in prossimità del Borgo. A questo punto tutta la strada è stata chiusa per il tempo necessario a mettere l’area in sicurezza. Ora è caccia all’uomo, ma intanto migliaia di automobilisti inferociti hanno vissuto un sabato pomeriggio da incubo.

https://www.ilcorrieredellacitta.com/ultime-notizie/pratica-di-mare-un-altro-devastante-incendio-doloso-strada-chiusa.html

Maxi rogo anche sul GRA tra la Cassia e Saxa Rubra. Elicottero e autobotti per spegnere le fiamme

E mentre Pratica di Mare andava a fuoco a sud, non se la passavano meglio i cittadini della zona nord di Roma. Infatti sempre nel pomeriggio di ieri è scoppiato un incendio gigantesco, che ha coinvolto una vasta area a cavallo del Grande Raccordo Anulare tra la Cassia e Saxa Rubra sulla Flaminia. Una zona di grande pregio, proprio alle porte del Parco di Veio. In questo caso l’origine delle fiamme non è ancora nota, ma i disagi sono stati enormi. Con il GRA chiuso per il troppo fumo. E centinaia di ettari di vegetazione andati perduti. Le fiamme che sono giunte a lambire le case sono state poi domate in serata. Con l’intervento di ben sei autobotti e dell’elicottero Drago. Che ha provveduto anche a versare l’acqua dall’alto per spegnere più rapidamente l’immenso rogo.

https://www.ilcorrieredellacitta.com/ultime-notizie/roma-incendio-coinvolge-il-grande-raccordo-anulare-strada-chiusa-per-il-fumo-che-invade-le-corsie.html

Raggi, faremo una task force contro gli incendi. Ma serve subito perché è già tardi

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha promesso la istituzione di una vera  e propria task force. Per agire in maniera coordinata visti i troppi incendi che stanno flagellando la Capitale. Sia per spegnere i roghi, che per prevenirli. Con un controllo più accurato e coordinato del territorio. Magari contribuendo ad assicurare alla giustizia i criminali che appiccano le fiamme. Visto che molti incendi sembrano di origine dolosa. Di questa pattuglia dovrebbero far parte gli agenti dei reparti specializzati della Polizia di Roma Capitale, la Protezione civile e i Vigili del Fuoco. Solo che dopo il recente annuncio, non si è saputo più nulla. Sveglia Raggi, perché l’estate sta finendo. E prima che tutta la città bruci, bisogna assolutamente fare qualcosa.

Black Friday per la Raggi, oltre 50 roghi in tutta Roma (video)

Roma, incendio coinvolge il Grande Raccordo Anulare: strada chiusa per il fumo che invade le corsie

 

 

Per approfondire