Flaminio, la manifestazione dei tifosi della Lazio. “Uniti più che mai”

Foto Roma Today. Uno degli slogan della manifestazione organizzata dalla frangia più ‘estrema’ del tifo della Lazio davanti alla curva Nord dello stadio Flaminio è stato ‘uniti più che mai’. E in effetti i circa 500 ultrà che si sono dati appuntamento nei pressi della struttura ideata dall’architetto Nervi avevano un’unica, pressante richiesta. Quella di vedere l’impianto oggi non utilizzato e in decadenza come la nuova casa sportiva della SS Lazio. Una ipotesi suggestiva, che sembrava scontrarsi con vincoli urbanistici quasi insuperabili. E con un’ultima parola, in tema di diritti, che sarebbe spettata agli eredi Nervi. Ma ulteriori approfondimenti, almeno su quest’ultimo punto avrebbero consentito di fare passi avanti. Perché sembra che in realtà, non esista una vera e propria privativa per rimettere in funzione lo stadio. Cosa che ovviamente, dovrebbe avvenire nel pieno rispetto della struttura e dell’architettura originale. Che tra l’altro rimane molto bella e modernissima. Così le speranze della tifoseria biancoceleste non si sono affatto spente. E la manifestazione dell’altro giorno lo dimostra. Anche per l’assenza di quei momenti di tensione, che pure qualcuno temeva. E per la presenza di alcune vecchie glorie della squadra dello scudetto, che hanno voluto mettere la faccia su questa iniziativa.

Stadio Flaminio, solo erbacce e degrado. Raggi dove sei? (video)

Anche Pino Wilson con i tifosi per chiedere di dare il Flaminio alla Lazio

La manifestazione ha visto la partecipazione di nomi illustri nel mondo laziale. Da Giorgio Calleri nipote dell’ex presidente biancoceleste Gianmarco Calleri agli avvocati Pasquale Trane e Gian Luca Mignogna. Quest’ultimo noto al mondo laziale perchè si è occupato dell’istanza per ottenere lo scudetto del 1915.

All’evento ha partecipato anche la bandiera della Lazio, Pino Wilson. Lo storico capitano del primo scudetto laziale del 1974. “Il Flaminio non può essere abbandonato” – ha detto Wilson -. “Nessuno ha avuto la sensibilità di attuare un progetto per metterlo a posto. Finalmente ora c’è stata un’apertura. E’ importante che il presidente della Lazio Lotito abbia fatto delle avance. Il Flaminio è roba dei laziali”.

https://www.romatoday.it/sport/calcio/manifestazione-tifosi-lazio-stadio-flaminio.html

 

 

Per approfondire