Gasparri: “Inutile sfiduciare Speranza. Il governo lo ha esautorato nei fatti”

speranza foto

“La questione Speranza è nella sostanza superata dalla totale sconfessione delle sue linee oscurantiste da parte del governo. La saggezza di Draghi e l’azione chiara dei ministri di Forza Italia e della Lega hanno messo a tacere Speranza, il quale ora deve spiegare i suoi errori del passato sui piani non predisposti e sull’emergenze mal affrontate. Speranza non sfuggirà alle sue responsabilità e restare incollato a una poltrona che non merita non gli allungherà la vita politica”. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri.

Gasparri ritiene inutile sfiduciare Speranza

“La sfiducia nei suoi confronti è stata già di fatto espressa dal governo – prosegue Gasparri su Speranza – dovrebbe prenderne atto e lasciare il campo. Invece come i grillini resta incollato alla poltrona. Una scelta che non gli fa onore e che comunque non condizionerà più un governo che deve riaprire l’Italia progressivamente. Superando anche l’assurdo coprifuoco delle 22.00. Che va cancellato. Presto”.

Gasparri e Occhiuto su Speranza

“A Speranza riconosciamo serietà, rigore, a volte forse un eccessivo rigorismo. Qualche volta gli dobbiamo ricordare che il tempo del Conte bis è finito e che questo governo, guidato da Draghi, deve segnare un cambio di passo rispetto all’esperienza precedente”. Lo ha detto Roberto Occhiuto, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo ad “Agenda”, su SkyTg24.

“Non voteremo la mozione di sfiducia a Speranza, perché è un ministro di un governo che sosteniamo. Forza Italia non ha quasi mai votato mozioni di sfiducia individuali contro singoli ministri, lo ha fatto solo una volta, per il ministro Toninelli: e non dico altro”, ha concluso.

Salvini: “Meglio una commissione d’inchiesta sulla pandemia”

“È una contestazione politica. Da chi riveste il suo incarico mi aspetto scelte scientifiche, tecniche, oggettive. Non valutazioni politiche”. Ad affermarlo, in un’intervista al ‘Corriere della Sera’, è il leader della Lega Matteo Salvini in merito alle sue critiche al ministro della Salute, Roberto Speranza.

Il piano B della Lega contro il ministro

“Io sto dentro il governo e cerco di incidere, altri preferiscono stare fuori a protestare e manifestare”, sottolinea ancora Salvini rispondendo a una domanda sul perché non condivide la mozione di sfiducia presentata dalla leader di Fdi, Giorgia Meloni. Quindi non la voterà? “le mozioni di sfiducia rafforzano chi le subisce. Invito le altre forze di centrodestra a chiedere, d’intesa con Renzi, la commissione d’inchiesta sulla pandemia che ci aiuterà a far luce sulle responsabilità, comprese quelle di Speranza. Su questa i numeri ci sono”, aggiunge Salvini.

 

Per approfondire