Gli ambientalisti di “Fare Verde” sull’incapacità di Raggi e Zingaretti: “Anni buttati”

fare verde

L’associazione ambientalista Fare Verde interviene sulla grave situazione dei rifiuti a Roma. “La Raggi e Zingaretti hanno buttato al vento troppi anni e non sono stati capaci di risolvere il problema. Insomma, anni buttati. La Raggi e Zingaretti quindi non sono stati capaci di risolvere il problema rifiuti, penalizzando così i cittadini di Roma e del Lazio. Lo stato di emergenza spalanca le porte alla scellerata costruzione degli inceneritori”.

Fare Verde accusa la Raggi  Zingaretti per i rifiuti

Sono durissime veramente le critiche dell’associazione ambientalista Fare Verde rivolte al sindaco di Roma, Virginia Raggi, e al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, accusati di non aver risolto il problema dei rifiuti. Per discutere di questo grave problema, lunedì, martedì e mercoledì prossimi, il presidente regionale di Fare Verde, Silvano Olmi, sarà in visita a Frosinone e Latina dove incontrerà gli iscritti e i dirigenti locali dell’associazione.

La Capitale è sommersa dai rifiuti

“Zingaretti va avanti a ordinanze e ricopre di rifiuti i cittadini delle province – dice ancora il presidente di Fare Verde – l’immondizia viene dirottata nelle discariche di Viterbo e Civitavecchia. La Capitale è sommersa dai rifiuti – prosegue Olmi – la raccolta differenziata inesistente, non c’è un progetto condiviso con la cittadinanza e le associazioni. In questo stato di perenne emergenza, poi, il rischio è quello di aprire la strada a progetti folli come gli inceneritori. Chi andrà a governare Roma si troverà a dover affrontare questa grana lasciata da chi lo ha preceduto.”

Fare Verde: troppi interessi dietro ai rifiuti

Esprimono forte preoccupazione anche il presidente di Fare Verde provincia di Frosinone, Marco Belli. Poi la presidente provinciale di Fare Verde Latina, Roberta Di Girolamo e infine il commissario dell’associazione per Roma e l’area metropolitana, Paolo Giardini. “Dietro ai rifiuti ci sono troppi interessi – dichiarano – portare l’immondizia in giro per la Regione non risolve il problema e provoca un aumento dei costi per i cittadini, un maggiore traffico veicolare e il conseguente inquinamento atmosferico.”

Per approfondire