Gli studenti del Blocco Studentesco occupano il “Leopoldo Pirelli” al Tuscolano

pirelli occupato (2)
 Continuano a Roma le occupazioni delle scuole, il disagio degli studenti è sempre più evidente. Insomma, non è ancora finita la stagione calda. Il Blocco Studentesco, assieme agli studenti, ha occupato questa mattina l’istituto Leopoldo Pirelli, al quartiere Tuscolano, a via Rocca di Papa. “Abbiamo deciso di occupare l’istituto Leopoldo Pirelli – inizia la nota del responsabile romano del Blocco Studentesco, Federico Pisani – perché gli studenti sono stufi della situazione nella loro scuola. Come la maggior parte delle scuole di Roma, anche il Pirelli ha una struttura fatiscente e, soprattutto, non coibentata. Inoltre, a causa delle norme anti-Covid, la scuola è ormai una prigione, con gli studenti privati anche della libertà di fare ricreazione liberamente, essendo costretti a rimanere seduti in classe”.

Ecco le richieste degli studenti del Pirelli

“Oltre all’intervento delle istituzioni per la messa in sicurezza dell’istituto – continua la nota –  noi vogliamo il rientro totale e senza scaglionamenti degli studenti a scuola. Chiediamo poi l’abolizione qualsiasi forma di didattica a distanza e virtuale. Inoltre la partecipazione totale dello studente al processo di riapertura e cogestione delle scuole. Soprattutto, noi vogliamo una scuola educatrice di uomini e di donne, che la smetta di trattare gli studenti come semplici numeri da contare”. “Nessuno ci potrà fermare – conclude la nota -. Quando c’è in discussione la vita degli studenti, quando i ragazzi vengono usati come vittime e capro espiatorio delle colpe di governi infami e illegittimi, non siamo pronti a tutto”, concludono gli studenti.
Per approfondire