Guido Castelli commissario per le zone terremotate al posto di Legnini. Il Pd piange

Guido Castelli

“Davvero patetiche le lamentele della sinistra per la nomina del senatore Guido Castelli, al quale auguro buon lavoro dopo anni di inerzia Pd, a commissario per le zone terremotate”. Lo afferma il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri (Forza Italia).

Gasparri: “La sinistra vuole tenersi tutti gli incarichi”

“Gli esponenti piddini, e non solo, che protestano – prosegue Gasparri – si confermano affetti da una bulimia che li porta a voler occupare ogni incarico a prescindere da chi abbia il diritto di governare l’Italia in base a esiti elettorali chiari e trasparenti. Enrico Letta e c., oltre che da ‘bulimia di potere’ sono affetti anche da atrofia democratica. Devono comandare sempre loro. La democrazia non conta. Se i loro attivisti si appropriano di ogni cadrega è un bene per la Nazione. Se, in questo caso, un amministratore competente come Guido Castelli, che da sindaco ha affrontato l’emergenza terremoto, assume un incarico, gli ipocriti che hanno abbandonato a se’ stesse le popolazioni colpite dal sisma, ululano irati. Il governo vada avanti e attui un grande ricambio ovunque. A casa gli inadeguati, spazio, ovunque, a nuove competenze”.

La nota di Guido Castelli

“Ringrazio il presidente del Consiglio Giorgia Meloni per la fiducia accordatami. Il mio pensiero, in questo momento, va ai terremotati ed in particolare ai molti che ancora vivono nei moduli Sae”. Lo scrive sui social il senatore marchigiano Guido Castelli, ex sindaco di Ascoli Piceno ed ex assessore regionale nelle Marche, nominato nuovo Commissario alla Ricostruzione post sisma. La presidente del consiglio Giorgia Meloni, infatti, ha firmato il dpcm per la nomina di Castelli al posto di Giovanni Legnini, suo predecessore, il cui mandato è scaduto lo scorso 31 dicembre. Il provvedimento deve passare ora il vaglio della Corte dei conti, prima della pubblicazione.

Per approfondire