Il coronavirus imperversa e l’ospedale di Latina licenzia i sanitari

latina infermieri
Gravissimo a Latina. Medici e infermieri eroi? Ma gli eroi devono essere a tempo indeterminato. Ecco cosa sta accadendo a Latina. “In questo momento delicato per il Paese dove il governo inserisce nel decreto Cura Italia l’assunzione di medici e infermieri, non capiamo il perché nel presidio ospedaliero Covid del Santa Maria Goretti di Latina tra qualche giorno saranno licenziati, per scadenza di contratto, circa 80 tra medici e infermieri”. Lo ha detto il deputato della Lega e responsabile del partito nel Lazio, Francesco Zicchieri denunciando questa assurdità.

A Latina medici e infermieri licenziati

“E’ una vergogna e chiediamo a Zingaretti, che è non solo il presidente della Regione Lazio ma capo del partito di maggioranza del governo, il perché di questa ingiustizia sociale – ha aggiunto -. Perché mandare a casa persone che per tre anni con grande passione e professionalità hanno fornito un lavoro importante nelle Asl e negli ospedali? Proprio in questo momento gli eroi non devono essere a tempo determinato ma indeterminato”, conclude Zicchieri.

Le promesse di Zingaretti solo retorica

Anche l’eurodeputata della Lega Luisa Regimenti, medico legale e responsabile della Sanità per il partito nel Lazio, interviene nella vicenda. “Fa un certo effetto ascoltare il racconto di chi lavora come medico e infermiere, rischiando ogni giorno la vita per assistere e curare i malati Covid-19, senza adeguati sistemi di protezione e con turni di lavoro massacranti. Per poi ricevere come ringraziamento l’annuncio del prossimo licenziamento. Sta accadendo all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, dove 80 operatori sanitari perderanno il posto tra qualche mese. Il presidente Zingaretti faccia chiarezza, perché non si può accettare che l’enorme sacrificio di chi sta operando nella sanità in questo drammatico momento di emergenza per la pandemia venga ricambiato con il mancato rinnovo del contratto. Basta con le chiacchiere e i proclami, servono i fatti”.

E tutto questo accade proprio mentre la Asl Latina segnala 14 nuovi casi positivi, di cui 6 riferibili al Comune di Fondi, cittadina sede di un focolaio legato ad una festa. “Nessun nuovo decesso nelle ultime 48 ore – aggiunge l’azienda sanitaria sui social dell’assessorato alla Sanità del Lazio – 4178 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare”.

(Foto da Luinonotizie)


Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *