Il Forlanini deve riaprire, Martelli fantastico a Striscia (video)

Il professor Massimo Martelli non molla la presa sulla possibilità di riaprire l’Ospedale Forlanini. Il grande nosocomio realizzato negli anni trenta e che è stato fino al 2015 centro di assoluta eccellenza mondiale. Proprio per la cura della TBC e delle malattie polmonari, argomento di grande attualità in questi giorni. Con la Regione Lazio impegnata a trovare strutture (anche private come nel caso del centro Covid di Palocco) dove ricoverare in terapia intensiva i pazienti affetti dal coronavirus. La possibilità di rimettere in funzione almeno una parte dello storico ospedale romano è apparsa perciò come una grande opportunità. Per dare subito più posti letto agli ammalati di questo morbo terribile. E magari anche per rimediare agli errori del recente passato. Perché secondo Martelli il Forlanini non andava proprio chiuso. E averlo fatto ha equivalso smantellare una parte importante della sanità pubblica regionale. Proprio come per il San Gallicano e e il San Giacomo. Ora in molti chiedono di riaprire almeno un padiglione del Forlanini. Ma la Regione fa orecchie da mercante. Così ieri Riccardo Trombetta a Striscia ha intervistato Massimo Martelli. Che ha risposto da par suo. Confermando che se si vuole riaprire si può fare. E anche in fretta.

Ecco la verità di Martelli contro le bugie sul Forlanini (video)

Massimo Martelli a Striscia, riaprire il Forlanini si può. Anche Fuksas è con me

L’Ospedale Carlo Forlanini di Roma è chiuso dal 2015. Quindi non si tratta di un reperto archeologico. Ma di un nosocomio che fino a cinque anni fa lavorava a pieno regime. E che poi proprio Zingaretti ha voluto dismettere. Una colossale sciocchezza per Massimo Martelli, chirurgo toracico e grande luminare che per decenni ha lavorato e operato i suoi pazienti proprio al Forlanini. Un errore paragonabile alle chiusure del S.Gallicano e del S. Giacomo. Tutte scelte che avrebbero indebolito la sanità pubblica. E rinforzato i privati. Che però in caso di un’emergenza seria come l’attuale pandemia non possono avere le stesse potenzialità. E che comunque costano denaro pubblico. A spese di tutti noi. Ne è convinto il professor Martelli, che ieri sera è stato intervistato da Riccardo Trombetta a Striscia la notizia. E che ha ribadito di non essere il solo a spingere per la riapertura del famoso ospedale romano. Anche la Raggi ha scritto una lettera ufficiale alla Regione. E l’archistar Fuksas si sarebbe detto favorevole. Ma sembra che Zingaretti e D’Amato non ne vogliano sapere.

Forlanini, è scontro Raggi Zingaretti e parte la lettera ufficiale

 

A Milano l’ospedale in Fiera è pronto. Noi abbiamo il Forlanini ma resta chiuso. E la gente muore

Ieri sera a Striscia la notizia il professor Massimo Martelli è stato un fiume in piena. A Milano hanno realizzato in due settimane il nuovo ospedale alla Fiera. Qui a Roma abbiamo il Forlanini che sarebbe disponibile, ma non lo si vuole riaprire. Sa quanti ricoverati c’erano in quell’ospedale? Fino a 4000, pensi come sarebbe utile in questi momenti. Queste alcune riflessioni del noto luminare e chirurgo romano, affidate a Riccardo Trombetta e ai microfoni di Striscia la notizia. Certo, non parlo di tutta la struttura. Non sono mica matto. Ma per esempio si potrebbero riadattare i locali della ex mensa, precisa Martelli. Che sono ancora in buone condizioni e nei quali si potrebbero ricavare subito una cinquantina di posti letto. Vede, la gente in Italia muore perché ci sono pochi letti di terapia intensiva. In Germania ne hanno disponibili 28.000, da noi sono 5.100. E ‘questo il grande problema, anche se non lo dice nessuno. Siccome ancora non c’è una cura contro il Covid 19, la terapia intensiva è l’unico strumento per salvare vite umane. Oggi paghiamo i gravi errori del passato, ma si potrebbe ancora rimediare. Per esempio riaprendo il Forlanini, aggiungiamo noi. Ma sembra proprio che dalla Regione Lazio non ci vogliano sentire. Chissà perché. Siamo vicini a Pasqua, e a pensar male si fa peccato. Ma spesso ci si azzecca. Zingaretti e D’Amato, se ci siete battete un colpo. Prima che sia troppo tardi.

Ecco l’intervista di Riccardo Trombetta su STRISCIA LA NOTIZIA per chi non l’avesse vista

Pubblicato da Massimo Martelli su Giovedì 9 aprile 2020

 

 

 

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *