Il Prefetto di Roma allarga i controlli anti Covid: task force su parchi, laghi e litorale

controlli anti Covid

I controlli anti Covid si allargano anche nelle località fuori porta. I parchi, i laghi, il litorale e anche la zona del Monte Livata, presa d’assalto lo scorso fine settimana, saranno infatti sorvegliati speciali nel prossimo weekend. E’ quanto stabilito nel corso del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto di Roma Matteo Piantedosi, che si è svolto in tarda mattina, durante il quale è stato messo a punto il complesso assetto dei controlli anti-assembramento. Alla riunione, oltre ai vertici delle forze dell’ordine di Roma e della polizia locale, hanno partecipato rappresentanti di Roma Capitale.

Controlli anti Covid: nel week end misure più stringenti

Oltre all’impiego del già testato Modello Roma, che prevede tra l’altro varchi per regolare l’afflusso delle persone nelle zone dello shopping, come il Tridente e via Cola di Rienzo, e le transenne in piazza del Popolo per evitare stazionamenti, sono stati disposti specifici controlli nei parchi, nelle zone del litorale e dei laghi. In particolare è stato previsto il potenziamento dei pattugliamenti con più personale delle forze dell’ordine che faranno osservazione per cercare di intercettare segnali di possibili assembramenti anche attraverso eventuali chiusure, dove sarà necessario.

Lungo le consolari che portano nelle zone più frequentate nelle giornate di bel tempo e in alcune zone della provincia dove si sono attestati particolari concentrazioni di persone come il Monte Livata entrerà in campo anche la polizia locale della Città metropolitana.

Massima attenzione anche ai luoghi della movida come Trastevere, dove saranno delimitate la fontana di Santa Maria in Trastevere e la scalinata del Tamburino, e saranno eseguiti controlli anche agli esercizi commerciali.

Al centro di Roma i delinquenti si fanno più spudorati

Il prefetto nel corso del comitato ha sottolineato l’importanza della collaborazione che c’è stata finora da parte della cittadinanza e che è fondamentale prosegua.

L’inasprimento delle misure anti Covid arrivano in concomitanza con l’incremento della micro criminalità, dopo le 18. Ladri e rapinatori si fanno sempre più spudorati, contando su una Roma ormai deserta dopo il tramonto. Ieri una nota gioielleria di Roma è stata presa d’assalto nel tardo pomeriggio, nel pieno centro della Capitale. Controlli anti Covid sui privati cittadini da una parte e delinquenti liberi di imperversare dall’altra. Una strana contraddizione alla quale il prefetto dovrebbe dare qualche risposta.

Per approfondire