Immigrati africani scatenati: due donne aggredite nel week end a Roma

lockdown immigrati a tiburtina (2)

Due donne sono state aggredite tra sabato e domenica a Roma, in due distinti fatti di cronaca. In entrambi i casi gli autori delle aggressioni sono immigrati africani.

Il primo caso si è verificato all’Eur. Un 24enne del Mali è stato arrestato sabato pomeriggio in via Romolo Murri,  dagli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti. Il giovane, irregolarmente in Italia e senza fissa dimora, dopo aver fatto degli apprezzamenti nei confronti di una ragazza, ha aggredito il suo compagno a colpi di bastone e lo ha ferito con delle forbici alla gola, al volto e al ventre. Sul posto sono arrivati immediatamente i poliziotti che dopo aver bloccato lo straniero sono riusciti a disarmarlo. Sequestrati sia il bastone che le forbici. Il giovane ha riportato ferite da taglio, guaribili in 15 giorni. Anche la ragazza è stata medicata per alcune contusioni al polso riportate quando ha cercato di difendere il compagno. Il maliano dovrà rispondere di tentato omicidio.

Immigrati africani scatenati a stazione Termini

L’altro episodio ha visto come protagonisti due somali. A due passi dalla stazione Termini,  armati di bottiglie di vetro rotte, hanno tentato di rubare il marsupio a una donna. Sorpresa alle spalle da uno di loro, è riuscita, urlando, a richiamare l’attenzione di un suo amico che si trovava ancora fuori dal sottopassaggio, in via Giolitti. L’uomo, per difendere l’amica è stato prima aggredito fisicamente con calci, pugni e ferito con la bottiglia di vetro scheggiata. Successivamente, rapinato del suo cellulare. I poliziotti intervenuti, notati tre uomini di colore che si davano alla fuga in direzione di via Marsala, ne hanno intercettati e raggiunti due dopo un rocambolesco inseguimento a piedi. I due somali dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso. Proseguono le indagini per rintracciare il terzo complice.

Nella stessa piazza dei Cinquecento, poche ore prima un 19enne della Guinea con una bottiglia di vetro aveva aggredito e mandato in ospedale un poliziotto del commissariato Porta Pia.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *