Impennata di morti e di contagi. Zingaretti ora deve decidere sulle scuole

zingaretti morti virus

Aumentano morti e contagi, il tasso di positività è altissimo. Ora Zingaretti dovrà decidere sulle scuole. Sono infatti 15.378 i contagi da coronavirus resi noti in Italia oggi secondo il bollettino della Protezione Civile diffuso dal ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 649 morti che portano il totale a 76.329 dall’inizio dell’emergenza legata all’epidemia di covid 19. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 135.106 tamponi. L’indice di positività si aggira attorno all’11,4%, mentre òla media è dell’8. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 2.569, con un calo di 10 unità. Sono invece 1.719 i nuovi casi di coronavirus nel Lazio, secondo il bollettino di oggi. Si registrano altri 72 decessi. “I casi a Roma città tornano a quota 700” sottolinea l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Sono 72 i morti nel Lazio

E’ incredibile come si pensi a riparire le scuole quando tutto il mondo le chiude e proroga i lockdown. Sembra andare invece in senso opposto invece la strategia della Regione Lazio dove si sta puntando sul trasporto pubblico locale per consentire anche agli studenti delle superiori di riprendere la didattica in presenza. “Il Piano dei Trasporti, in vista del rientro a scuola è pronto e sarà messo in atto per garantire la sicurezza dei cittadini e il necessario adeguamento dell’offerta di trasporto pubblico. Per far fronte al necessario aumento dell’offerta – comunica in una nota l’assessore alla Mobilità della Regione Lazio, Mauro Alessandri -, attivato un grande investimento da 30 milioni di euro. Tenendo conto di tutto il sistema del trasporto pubblico dei territori regionali.

La Regione Lazio vuole riaprire le scuole

Questo investimento consentirà di coprire anche tutto il fabbisogno, pari a 11,5 milioni di euro, richiesto da Atac per potenziare il servizio a Roma”. E proprio nella Capitale, a quanto apprende l’Adnkronos da fonti della prefettura di Roma, una task force anti-assembramenti composta da personale di Atac, Cotral e Protezione Civile, sarà operativa negli hub del Tpl della Capitale come ad esempio Anagnina, Laurentina, Ponte Mammolo, Rebibbia, Saxa Rubra, Cornelia e Tiburtina per la ripresa delle scuole superiori. In questi e in tutti i luoghi dove potrebbero verificarsi particolari concentrazioni di persone ci sarà anche grande attenzione da parte delle forze dell’ordine.

Per approfondire